Home arrow last news
Home
spettacoli
eventi
danze nelle opere
la compagnia
coreografo
la scuola
associazione
calendario
stories
last news
video
progetti
Dove siamo
audizione
trasparenza
area vendita

scegliete qui lo spettacolo
per il vostro teatro o festival
stagione 2019/2020 ↓


last news
La stagione di Danza PDF Stampa E-mail


↑ FOTO ALTA DEFINIZIONE  click per download

 COMUNICATO

La stagione di Danza del Balletto del Sud al Teatro Apollo di Lecce
dal 23 febbraio al 6 maggio, 10 appuntamenti con le coreografie di Fredy Franzutti

FOTO ALTA DEFINIZIONE
click per download

LE QUATTRO STAGIONI

 


Andrea Sirianni e il Balletto del Sud


LA GIARA

 
con Carlos Montalva, Nuria Salado Fustè e Ovidiu Iancu, primo ballerino dell'Opera di Bucarest
 
 
 Sebastiano Lo Monaco

LE ULTIME PAROLE DI CRISTO
 
 Luciana Savignano, Nuria Salado Fustè, Carlos Montalvan e Loredana Lecciso
 

 SERATA ROMANTICA
 Con il pianista Francesco Libetta
e i primi ballerini dell'opera di Sofia

 
 “L'APRES MIDI D'UN FAUNE”
in occasione dei 100 anni dalla morte del compositore Claude Debussy
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 


Il Balletto del Sud presenta, al Teatro Apollo di Lecce: la stagione di Danza 2018, 5  appuntamenti  e repliche con le coreografie di Fredy Franzutti: 3 nuove produzioni e artisti ospiti di rilevanza internazionale.

Il 23 febbraio: “LE QUATTRO STAGIONI” performance in due atti di teatro, musica e danza dedicata al poeta premio Pulitzer W. H. Auden, con l'attore Andrea Sirianni, l'Orchestra di Stato Ungherese Alba Regia, con il primo violino Andrea Schuster.
Alle note di Vivaldi si alternano le melodie ritmate di John Cage che ci portano alle esigenze dell'uomo moderno ed alle straordinarie potenzialità espressive di questa “età dell'ansia” che abbiamo chiamato contemporaneità. Le scenografie sono della pittrice Isabella Ducrot. Lo spettacolo, che risulta una delle produzioni più contemporanee del Balletto del Sud, ha riscosso, fin dalle prime rappresentazioni, ottimo riscontro di pubblico e lodi dalla critica.

Il 3 marzo: “LA GIARA”, balletto in un atto dalla novella di Luigi Pirandello su musica di Alfredo Casella, eseguita dal vivo dall'Orchestra di Stato Ungherese “Alba Regia”. In un connubio di parola e danza troviamo il noto attore Sebastiano Lo Monaco nel ruolo del bisbetico Don Lollò e Andrea Sirianni in quello di Zi' Dima, lo sbadato conciabrocche. Nei ruoli danzati interpretano quelli principali: Carlos Montalvan (don Lollò), Nuria Salado Fustè (la dolce Nela) e in quello di Luigi, suo spasimante, troviamo Ovidiu Iancu , primo ballerino dell'Opera di Bucarest.
Le scene sono del pittore Ercole Pignatelli. La produzione ed è stata inserita nella programmazione ufficiale delle attività commemorative dei 150 anni dalla nascita  di Pirandello.

Il 30 e 31 marzo debutta la nuova produzione “LE ULTIME PAROLE DI CRISTO”, balletto in un atto sull'oratorio di Saverio Mercadante. Con l'inserimento dei testi di Jacopone da Todi e della scrittrice Maria Concetta Cataldo. Le scene sono di Francesco Palma. La produzione che già all'annuncio ha sollevato un'appassionato interesse vede nel ruolo di Maria, madre di Cristo, la stella della danza internazionale Luciana Savignano, in quello di Maria di Cleofa danza Nuria Salado Fustè e in quello di Maria Maddalena: il popolare personaggio televisivo Loredana Lecciso. Il 3 e 5 Maggio va in scena “SERATA ROMANTICA”: danza e musica con la partecipazione del pianista Francesco Libetta definito dal New York Times: “aristocratico poeta dalle tastiera” e dei primi ballerini dell'Opera di Sofia: Katerina Petrova e Tsetso Ivanov. Le più belle pagine del repertorio ballettistico romantico (Giselle, La Silphide, Pas de quatre) intervallate dai brani di Chopin e le poesie di Giacomo Leopardi.Il 4 e 6 maggio la nuova produzione “L'APRES MIDI D'UN FAUNE”, in occasione dei 100 anni dalla morte del compositore Claude Debussy, balletto in un atto con le scene tratte dai dipinti di Edoardo De Candia l'artista salentino che più di ogni altro ha incarnato il cliché dell'artista libero ed estremo, al quale lo spettacolo è dedicato.

La Stagione di danza del Balletto del Sud al Teatro APOLLO di Lecce dal 23 febbraio al 6 maggio 2018. per informazioni: www.ballettodelsud.

costo biglietti:
€ 20 (ridotto € 15): poltronissima
€ 15 (ridotto €10): poltrona
€ 15 (ridotto €10): palchi I° e II° ordine
€ 8: loggione
per informazioni e prevendita:
Balletto del Sud via Biasco 10, Lecce 0832.453556

 




VIDEO PROMO STAGIONE

 
La stagione di Danza al Teatro Apollo PDF Stampa E-mail
 

↑ FOTO ALTA DEFINIZIONE  click per download

 COMUNICATO

La stagione di Danza del Balletto del Sud al Teatro Apollo di Lecce
dal 23 febbraio al 6 maggio, 10 appuntamenti con le coreografie di Fredy Franzutti

FOTO ALTA DEFINIZIONE
click per download

LE QUATTRO STAGIONI

 

 Andrea Sirianni e il Balletto del Sud


LA GIARA

 
con Carlos Montalva, Nuria Salado Fustè e Ovidiu Iancu, primo ballerino dell'Opera di Bucarest
 
 
 Sebastiano Lo Monaco

LE ULTIME PAROLE DI CRISTO
 
 Luciana Savignano, Nuria Salado Fustè, Carlos Montalvan e Loredana Lecciso
 

 SERATA ROMANTICA
 Con il pianista Francesco Libetta
e i primi ballerini dell'opera di Sofia

 
 “L'APRES MIDI D'UN FAUNE”
in occasione dei 100 anni dalla morte del compositore Claude Debussy
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Dopo il successo de Lo Schiaccianoci, che ha registrato 5 sold out, continuano gli appuntamenti della stagione di Danza inverno/primavera 2018 che il Balletto del Sud presenta al Teatro Apollo di Lecce. Una stagione di balletto con tre nuove produzioni ed impreziosita dalla partecipazione di artisti ospiti di rilevanza internazionale.

Tutti gli spettacoli sono eseguiti con la musica dal vivo dall'Orchestra di Stato Ungherese Alba Regia che grazie ad un progetto di abbinamento e cooperazione Europea (Austria, Italia, Ungheria) ha permesso la collaborazione duratura tra la compagnia di danza e l'orchestra (fino al 2022).

La stagione di balletto è realizzata grazie alla collaborazione con gli Assessorati alla Cultura e allo spettacolo del Comune di Lecce, al contributo dell'Assessorato alla Cultura della Regione Puglia, e al Ministero per i Beni e le attività culturali.

 
Il 23 febbraio:LE QUATTRO STAGIONI” performance in due atti di teatro, musica e danza dedicata al poeta premio Pulitzer W. H. Auden, con l'attore Andrea Sirianni, l'Orchestra di Stato Ungherese Alba Regia diretta da Arpad Nagy con il primo violino Andrea Schuster.
Alle note di Vivaldi si alternano, in contrasto, le melodie ritmate di John Cage che ci portano alle esigenze dell'uomo moderno ed alle straordinarie potenzialità espressive di questa età dell'ansia che abbiamo chiamato contemporaneità. Le scenografie sono affidate alla pittrice Isabella Ducrot, le luci a Piero Calò.
Lo spettacolo, che risulta una delle produzioni più contemporanee del repertorio della compagnia, ha riscosso, fin dalle prime rappresentazioni, ottimo riscontro di pubblico e lodi dalla critica.
 
Il 3 marzo: “LA GIARA”, balletto in un atto da una novella di Luigi Pirandello su musica di Alfredo Casella, eseguita dal vivo dall'Orchestra di Stato Ungherese “Alba Regia Symphonic Orchestra”. In un connubio di parola e danza troviamo il noto attore Sebastiano Lo Monaco nel ruolo del bisbetico Don Lollò e Andrea Sirianni in quello di Zi' Dima. Nei ruoli danzati interpretano quelli principali: Carlos Montalvan (don Lollò), Nuria Salado Fustè (la dolce Nela) e Ovidiu Iancu (Luigi, suo spasimente), primo ballerino dell'Opera di Bucarest ospite del Balletto del Sud.
Le scene sono di Ercole Pignatelli. La produzione gode del patrocinio del Comune di Agrigento ed è inserita nella programmazione ufficiale delle attività commemorative dei 150 anni dalla morte di Pirandello.

Il 29, 30 e 31 marzo:  Debutto della nuova produzione “LE ULTIME PAROLE DI CRISTO”, musica di Saverio Mercadante e testi di Jacopone da Todi e Maria Concetta Cataldo. Le scene sono di Francesco Palma. Nel ruolo di Maria, madre di Cristo, danza la stella della danza Luciana Savignano, in quello di Maria di Cleofa danza Nuria Salado Fustè e in quello di Maria Maddalena: Loredana Lecciso.

Dal 1 al 6 maggio: la quarta edizione della SETTIMANA DELLA DANZA, organizzata in occasione della giornata mondiale della danza, il 29 aprile di ogni anno, istituita nel 1982 dal Comitato Internazionale della Danza – C.I.D.
Matinée e repliche di due altre nuove produzioni della compagnia: il 3 e 5 Maggio va in scena  “Serata Romantica” danza e musica con la partecipazione del noto  pianista Francesco Libetta e dei primi ballerini dell'Opera di Sofia: Katerina Petrova e Tsetso Ivanov.
Le più belle pagine del repertorio ballettistico romantico (Giselle, La Silphide, Pas de quatre) intervallate dai brani di Chopin e le poesie di Leopardi.

Il 4 e 6 maggio la nuova produzione “L'APRES MIDI D'UN FAUNE”, in occasione dei 100 anni dalla morte del compositore Claude Debussy balletto in un atto con le scene tratte dai dipinti di Edoardo De Candia al quale lo spettacolo è dedicato.
 
Protagonisti della Stagione di Danza al Teatro Apollo di Lecce sono i danzatori del Balletto del Sud: Nuria Salado Fusté, Carlos Montalvan, Beatrice Bartolomei, Monica Verì, Alessia Cirri, Alexander Yakovlev, Lucia Colosio, Alice Leoncini, Federica Scolla, Elia Davolio,  Gabriele Togni, Lucio Mautone,  Valerio Torelli, Ovidiu Chitanu, Bianca Cortese, Camino Llonch, Fabiana Serrone, Giuseppe Stancanelli, Letizia Rossetti, Giorgia Bergamasco. Emblemi di una bella e solida realtà nazionale che ha saputo collezionare successi in numerose tournée italiane ed europee.
 
 
costo biglietti:
€ 20 (ridotto € 15): poltronissima
€ 15 (ridotto €10): poltrona
€ 15 (ridotto €10): palchi I° e II° ordine
€ 8: loggione
per informazioni e prevendita:
Balletto del Sud via Biasco 10, Lecce 0832.453556
 
IL Balletto del Sud, reduce dai successi delle repliche all'Opera del Cairo de "la Bella Addormentata" (6,7,8 Febbraio), continua, nello stesso periodo della stagione di danza a Lecce, la tournée nazionale con alcuni degli stessi titoli in replica e con Carmen.
 
 
La Bella Addormentata al Cairo PDF Stampa E-mail
 

COMUNICATO

La Bella Addormentata del Balletto del Sud
al Teatro dell'Opera de Il Cairo

La compagnia Balletto del Sud vola in Egitto per la rappresentazione de "La Bella Addormentata",  balletto in due atti, con le coreografie di Fredy Franzutti  su musiche di Pëtr Il´ič Čajkovskij.

 Inizia con le repliche al Cairo Opera House la nuova stagione di appuntamenti all'estero e
di tournée internazionali del Balletto del Sud.

continua con successo la tournée de La Bella Addormentata in Terra D'Otranto con le coreografie di Fredy Franzutti, il mito della taranta raggiunge le Piramidi

Foto ad alta definizione
Click sull'immagine e attendere download


La Bella Addormentata


↑ Nuria Salado Fustè, la Principessa

 
Nuria Salado Fustè e Carlos Montalvan ↑


Nuria Salado Fustè e Carlos Montalvan ↑


↑ La strega Carabosse: Andrea Sirianni

Martedì 6, Mercoledì 7 e Giovedì 8 Febbraio, al Teatro dell'Opera de Il Cairo, il Balletto del Sud porta in scena uno dei suoi titoli di maggior successo: la bella addormentata in terra d'Otranto.

Con un totale di 100 repliche in importanti festival e teatri italiani (come il Festival della Versiliana a Marina di Pietrasanta, il Centro Interculturale di Torino, la Latomia del Paradiso di Siracusa, il Teatro ai Templi di Paestum, il Teatro Sociale di Rovigo, l'Europauditorium di Bologna, il Teatro Nuovo di Torino, il Bellini di Napoli, il Brancaccio di Roma, il Teatro Verdi di Padova, il Rendano di Cosenza, il Teatro Team di Bari, il Teatro Verdi di Pisa, il Teatro Antico di Taormina) lo spettacolo, firmato per regia e coreografia da Franzutti, per la compagnia da lui guidata, ha raccolto ovunque entusiastici consensi di pubblico e critica per la propria ambientazione, originale e sorprendente, ma perfettamente funzionale allo svolgimento del racconto e alle musiche.

Già il noto critico di danza Vittoria Ottolenghi definì l’allestimento come frutto di “un’idea geniale!“.

Nell’edizione originale, firmata nel 1890 dal coreografo Marius Petipa, la trama del balletto deriva da una favola, “La belle au bois dormant”, compresa in una raccolta, “Ma mère l’Oie”, dello scrittore francese Charles Perrault (1628-1703). Il racconto di Perrault, a sua volta, è ispirato dalla favola “Sole, Luna e Talia”, contenuto nel “Pentamerone”, o “Cunto de li cunti”, dello scrittore campano Giambattista Basile (1575-1621). Franzutti, nella propria versione del balletto (creata nel 2000 per il Teatro Politeama Greco di Lecce), sposta l’azione dal testo di Perrault, con la storia fantastica di una principessa che si risveglia dopo 100 anni di sonno, e si ispira, in maniera più articolata, al racconto di Basile. Questi narra di una principessa addormentata per un incantesimo nel Mezzogiorno d'Italia. Parte da questa prerogativa geografica lo speciale intervento creativo di Franzutti. Il coreografo infatti riporta la trama del balletto nel luogo d’origine, ovvero il Sud del nostro paese.

Ciò ha permesso una precisa connotazione di carattere storico e folklorico, ovvero la sostituzione della puntura con il fuso con il morso della tarantola salentina. La Principessa Aurora diventa, in questo allestimento, una giovane e bella ragazza mediterranea, alla quale una vecchia maga predice un infelice destino. Saranno l’abilità della zingarella Lilla, e il bacio d'amore di un principe-antropologo, spinto a rintracciare le orme di una antica leggenda, a destare la fanciulla dal proprio sonno centenario.

Danza, nel ruolo principale della principessa Aurora, Nuria Salado Fusté; nel ruolo del principe Ernesto (come l'antropologo Ernesto De Martino, che “scopre” il fenomeno del tarantismo salentino) danza Tsetso Gheorghe Ivanov. Al loro fianco, nei ruoli solistici, i validi danzatori della compagnia: Carlos Montalvan (Roberto, il padre di Aurora), Beatrice Bartolomei (Silvia, la madre), Monica Verì (La Fata dei Lillà), Alessia Cirri (la principessa fiorina) e Alexander Yakovlev (l'uccello azzurro). Il ruolo en travesti della strega Carabosse (personaggio creato da Franzutti per Lindsay Kemp) è interpretato dall'attore Andrea Sirianni.
Completano le scene di gruppo:  Martina Minniti, Alice Leoncini, Federica Scolla, Elia Davolio,  Gabriele Togni, Lucio Mautone,  Valerio Torelli, Ovidiu Chitanu, Bianca Cortese, Camino Llonch, Fabiana Serrone, Giuseppe Stancanelli, Letizia Rossetti, Giorgia Bergamasco, tutti elementi del Balletto del Sud, emblemi di una bella e solida realtà nazionale che ha saputo collezionare successi in numerose tournée italiane ed europee.  Le scene sono firmate e realizzate da Francesco Palma.

 

 

 

 
 
 
 
 
Le Stagioni in Campania PDF Stampa E-mail

 COMUNICATO

THE UNKNOWN CITIZEN
LE QUATTRO STAGIONI di W.H. Auden
continua la tournée dell'omaggio di Franzutti a W.H. AUDEN
il 27 e 28 Gennaio repliche in Campania

↑ ANDREA SIRIANNI



Il Balletto del Sud presenta, Sabato 27 Gennaio, alle ore 20:45, all'Auditorium "Nicolò Tommasiello di Teano (CE), e Domenica 28 Gennaio, ore 18,30, al Teatri Delle Arti di Salerno lo spetttacolo "Le Quattro Stagioni", performance di teatro e danza in due atti, coreografie di Fredy Franzutti, musica di Antonio Vivaldi (eseguite dal vivo dalla sezione archi dell'Orchestra Ungherese «Alba Regia Symphonic Orchestra») e John Cage, scene di Isabella Ducrot.
Franzutti affida la legazione dei quadri danzati ai versi del poeta inglese Wystan Hugh Auden e alla sua analisi, spesso “peggiorista” della società dell'uomo comune definito “l'ignoto cittadino”. I testi sono interpretati dal valido attore Andrea Sirianni spesso impegnato in produzioni di arti integrate e melologhi.
Alle note familiari di Vivaldi si alternano, in contrasto, le note ritmate di John Cage 
Le stagioni delle emozioni, come le stagioni metereologiche, non durano per sempre e anche quelle (anche se non con una progressione regolare, continua e prevedibile) ritornano, si alternano, ci sorprendono: E dopo il gelido inverno di un terribile lutto può ritornare una primavera d'amore.
Danzano: 
Nuria Salado Fustè, Carlos Montalvan, Martina Minniti, Alexander Yakovlev, Beatrice Bartolomei, Lucio Mautone, Alice Leoncini, Elia Davolio, Federica Scolla, Gabriele Togni, Monica Verì, Ovidiu Chitanu, Letizia Cirri, Valerio Torelli, Bianca Cortese, Camino Llonch, Fabiana Serrone, Giuseppe Stancanelli, Letizia Rossetti, Giorgia Bergamasco.

La tournée dello spettacolo prosegue: il 23 Febbraio al Teatro Apollo di Lecce e il 24 Febbraio al teatro Team di Bari.

Per info: Auditorium Tommasiello
Viale Italia Teano 
Tel.: 0823.885096
Teatro Delle Arti di Salerno: Via Guerino Grimaldi, 7 - Salerno
Info e prenotazioni : 328 9741540- 339 2811386 
Botteghino Teatro delle Arti 089 221807

INFORMAZIONI SPETTACOLO

FOTO ALTA DEFINIZIONE

VIDEO SPOT DELLO SPETTACOLO

ANDREA SIRIANNI

 

Questo spettacolo è stato prodotto in Puglia con il sostegno di PO FESR 2007/2013Asse IV - Produzione di nuovi spettacoli in "prima nazionale"-Teatro/Danza
progetto affidato dalla Regione Puglia al Teatro Pubblico Pugliese - prima assoluta: venerdì 27 aprile, 2012 ore 21.00  - Teatro Politeama Greco di Lecce in collaborazione con La Camerata Musicale Salentina e la Fondazione "Tito Schipa. Nuova Edizione 2017.

 

 
Carmen - gennaio PDF Stampa E-mail

 ↑ NURIA SALADO FUSTE'  E CARLOS MONTALVAN

COMUNICATO:

La CARMEN del Balletto del Sud
dal Teatro Orfeo di Taranto inizia la tournée 2018

 il ruolo del Torero Escamillo è danzato da Tsetso Ivanov, primo ballerino dell'Opera di Sofia.
Nuria Salado Fustè e Carlos Montalvan sono Carmen e Don Josè.

 

 Foto ad alta definizione di Francesco Sciolti
Click sull'immagine e attendere download

ATTENZIONE PER UNA GIUSTA COMUNICAZIONE
UTILIZZARE SOLO FOTO ABBINATE A QUESTO COMUNICATO.
QUELLE RIPORTATE IN QUESTA COLONNA O NEL LINK IN BASSO: ALTRE FOTO ALTA DEFINIZIONE

 Tsetso Ivanov


Tsetso Ivanov

Carlos Montalvan e Nuria Salado Fustè
(M.Bragagnoli)

 

  Carlos Montalvan e Nuria Salado Fustè
(Ph. M.G. Proietto)

 
Carlos Montalvan e Nuria Salado Fustè
(ph. F. Sciolti)

   Carlos Montalvan e Nuria Salado Fustè
(Ph. M. Bragagnoli)

Il Balletto del Sud riprende la tournée invernale dello spettacolo “Carmen”, balletto in due atti, con le coreografie di Fredy Franzutti, ispirato al racconto di Prosper Mérimée, su musiche di Bizet, Albéniz, Chabrier, Massenet e scene di Francesco Palma.


Una delle produzioni di maggior successo della compagnia Balletto del Sud, attualmente fra le più apprezzate nel panorama nazionale, la Carmen di Fredy Franzutti raggiunge, con gli spettacoli di gennaio, le 123 repliche; avvenute nei più prestigiosi teatri e festival internazionali come quelle all’opera di Tirana, come l’evento di inaugurazione del Teatro Grande di Pompei - voluto dal Ministro Franceschini -, gli spettacoli al Teatro Antico di Taormina, nei Teatri all'Italiana recantemente al Teatro Carcano di Milano dove lo spettacolo ha registrato una grande affluenza di pubblico.

Le date del 2018 inizano il 12 gennaio (ore 21,00) al Teatro Orfeo di Taranto (120a replica) nella programmazione degli "Amici della Musica" di Taranto, il 16 gennaio (ore 21,00) al Teatro Tina di Lorenzo a Noto (Siracusa) nella programmazione di Sicilia Arte, il 18 gennaio (ore 21.00) al Teatro U. Giordano di Foggia, nel cartellone degli amici della musica di Taranto, e il 20 gennaio (ore 21.00) al Teatro Petrarca di Arezzo, nella stagione di spettacoli del Commune realizzata in collaborzione con la Fondazione Toscana Spettacoli.

Nella Carmen di Franzutti alle musiche di Bizet si affiancano opere di altri autori (Albéniz, Chabrier e Massenet) che guardano nella stessa maniera il paese e il popolo spagnolo dalla raffinatissima Parigi.

In “Carmen” si narrano le disavventure della bella e seducente Carmen, sigarai di Siviglia, e Josè, giovane soldato, che di lei si innamora pazzamente, sciogliendo i suoi legami con la promessa sposa Micaela; disertando l’esercito e tradendo la fiducia del capitano delle guardie, Zuniga – anch’egli invaghito della bella sigaraia.
Carmen abbandona Josè preferendo a lui il famoso Torero Escamillo. Josè, accecato dalla gelosia, la uccide in un giorno di corrida.

Lo spettacolo è l’ipotetica creazione del balletto “Carmen” con un gusto ricostruttivo dell’epoca delle prime rappresentazioni dell’opera di Bizet. Il progetto attinge da fonti autentiche di scene e costumi per creare un nuovo spettacolo che utilizza linguaggi e strutture narrative del periodo centrale del IXesimo secolo - la novella di Mérimée è del 1845, l’opera di Bizet ha la sua prima rappresentazione all’Opéra-Comique di Parigi il 3 marzo 1875.
Il III atto, ad esempio, “La montagna” è una tipica ricostruzione delle parti centrali degli spettacoli romantici con scene di demicaracter e passi a due aggiunti eseguiti dalle prime ballerine non protagoniste (qui interpreti del ruolo di Micaela)
Il IV atto della spettacolo, la scena dei festeggiamenti per l’arrivo del Torero alla corrida è un vero divertissemant che Franzutti ricrea citando il balletto “Majisimo” che il cubano Jorge Garcia crea per il balletto nazionale di Cuba negli anni ‘60.

Scene a trasformazione ed accattivanti costumi, citazione del mondo operistico, hanno contribuito al successo dello spettacolo.

Danzano nei ruoli principali: la prima ballerina Nuria Salado Fusté (Carmen), il primo ballerino Carlos Montalvan Tovar (Josè, giovane soldato), Tsetso Ivanov - Primo ballerino dell'Opera di Sofia e ospite del Balletto del Sud - (Escamillo, il torero), Alexander Yakovlev (Zuniga, capitano delle guardie), Martina Minniti (Micaela, primo amore di Josè).

Accanto a loro i solisti e i ballerini del Balletto del Sud: Beatrice Bartolomei, Elia Davolio, Alice Leoncini, Lucio Mautone, Gabriele Togni, Valerio Torelli, Ovidiu Chitanu, Federica Scolla, Fabiana Serrone, Bianca Cortese, Camino Llonch, Giuseppe Stancanelli, Letizia Rossetti, Giorgia Bergamasco.

Per informazioni sullo spettacolo di Taranto:
Segreteria Amici della Musica "Arcangelo Speranza"
Corso Toscana 22/A - Taranto
Tel./ Fax099 7303972
Email:
oppure visitare il sito web www.amicidellamusicataranto.it

CARMEN Foto alta definizione

CARMEN informazioni e video spettacolo


 prossime date:

  • 22 marzo  2018 ore 21.00 Teatro Duse di Bologna

  • 6 aprile 2018 ore 21.00 Teatro Nuovo di Torino

  • 8 aprile 2018 ore 18.30 Teatro Comunale di  Thiene (Vicenza)

  • 10 aprile 2018 ore 21.00  Teatro Comunale di Lendinara (Rovigo)

  • 12 aprile 2018 20.45 Teatro Comunale di Treviso



 



 
lo schiaccianoci tournée 2017/2018 PDF Stampa E-mail

COMUNICATO:
Lo Schiaccianoci del Balletto del Sud in tournée da Novembre a Gennaio.
Tutte le date con l'Orchestra di Stato Ungherese.


Foto ad alta definizione
Click sull'immagine e attendere download


L'Orchestra di Stato Ungherese
ALBA REGIA
accompagna tutta la tournée.

  Alexander Yakovlev e Martina Minniti

 Alexander Yakovlev e Martina Minniti

 

Altre FOTO ALTA DEFINIZIONE

VIDEO SPOT

INFORMAZIONI SPETTACOLO

 

Il Balletto del Sud, presenta in tournée nazionale una bellissima e intrigante versione de "Lo Schiaccianoci" firmata dal coreografo Fredy Franzutti e dedicata al genio del regista e drammaturgo statunitense Tim Burton.La popolare musica di Piotr Il'Ic Caikovskij è eseguita dall'Orchestra di Stato Ungherese "Alba Regia Symphonic Orchestra" diretta da Árpád Nagy.
 L'orchestra (35 elementi di alta qualità) seguirà il Balletto del Sud per tutta la tournée creando un vero evento per la danza in Italia.

Lo Schiaccianoci di Fredy Franzutti, una produzione del 1997 più volte riallestita in questi vent'anni, riprende la sua tournée 2017-2018 dal teatro Verdi di Firenze il 25 Novembre alle ore 20,45 per poi continuare in diversi Teatri Italiani fino al 5 gennaio.


l sogno di Clara, la battaglia dei topi, il viaggio fantastico, vengono narrati nella favola natalizia di Cajkovskij, ideata sul racconto di Hoffmann "Il principe Schiaccianoci ed il Re dei topi". Lo spettacolo di Fredy Franzutti, coreografo tra i più apprezzati nel panorama nazionale, coniuga, con efficacia, le testimonianze della messa in scena originaria di Petipa - Ivanov (primi coreografi de "Lo Schiaccianoci) ad un impianto drammaturgico ispirato al mondo gotico del regista Tim Burton ricostruito da sontuose scene e spettacolari costumi. 
I bellissimi temi musicali che si animano con le scene di festa sotto l'albero di Natale, fanno del balletto un titolo particolarmente amato dal pubblico, anche da quello molto giovane, per il suo richiamo alle calde atmosfere familiari natalizie.

Interpreti di Schiaccianoci, sono i ballerini del Balletto del Sud, una solida realtà internazionale che colleziona, dal 1995 - anno della fondazione, successi nelle numerose tournée italiane ed europee. Danzano i ruoli principali: Martina Minniti (Clara), Alexander Yakovlev (Principe Schiaccianoci), Carlos Montalvan (Drosselmeyer), Nuria Salado Fustè (la regina della Neve).

Negli altri ruoli e nelle scene di gruppo danzano: Beatrice Bartolomei, Ovidiu Chitanu, Lucia Colosio, Elia Davolio, Chie Deshimaru, Alice Leoncini, Lucio Mautone, Federica Resta, Gabriele Togni, Valerio Torelli, Bianca Cortese, Camino Llonch, Federica Scolla, Fabiana Serrone, Giuseppe Stancanelli, Giorgia Bergamasco, Arianna Cinieri, Alessandra Buffelli, Sara Campa, Graziana Chiloiro, Naomi Margheriti, Luana Panico, Francesca Panzera.

Tra le numerose date ricordiamo quelle dal 30 novembre al 3 dicembre realizzate nel Teatro Comunale Apollo di Lecce, dove la compagnia diviene residente, nella stagione 2018, con un numero di spettacoli con cadenza mensile.

Il critico Vittoria Ottolenghi così scrisse dello spettacolo su L'Espresso nel 2001:

«In piena crisi del balletto classico puro, evidentemente c’è ancora, in certe civilissime città italiane del sud, una vocazione alla cultura della danza e ai suoi titoli più famosi, da Lecce parte, infatti, uno degli Schiaccianoci più belli e interessanti del nostro paese.Questa compagnia, ha già creato nuove versioni di altri due famosi “classici” dell’Ottocento: “Il Lago dei Cigni” e “La Bella Addormentata nel bosco”, con analogo successo. I danzatori sono di alta qualità e sembrano 180 - tanto il palcoscenico è sempre pieno dei tradizionali “ospiti” alla festa di Natale, di Topi malefici, di dolci Fiocchi di neve, che accompagnano la partenza per il grande viaggio onirico della giovane Clara e del suo Principe Schiaccianoci; e poi di bambole dei più vari paesi, di pupazzetti, di burattini animati. A parte ogni altra considerazione, questo Schiaccianoci è un miracolo di trucchi scenografici, di scene a trasformazione, dal respiro regale. Non solo è molto meglio di tutti i prodotti del genere che importiamo dall’est durante le feste natalizie, ma non ha nulla da invidiare a molte griffate edizioni del nord Europa. Il tutto con una garbata compagnia privata e l’astuzia consumata di uno tra i più giovani e colti direttori e coreografi d’Italia: Fredy Franzutti che firma il suo schiaccianoci a 26 anni (nel 1997) e lo dedica al regista statunitense, visionario e noir, Tim Burton.
La novità più interessante del racconto - che comunque segue quello originario di E.T.A. Hoffmann, più che la sintesi fiorita di Alexandre Dumas - è quella di aver fatto di Clara, un’adolescente amaramente sola e trascurata, perfino a Natale, da una Madre bella e gaudente, che si ostina a considerarla una bambina, adatta a pochi regalucci infantili, e che ancora la spedisce a letto subito dopo cena. Il regalo dell’ospite misterioso, Drosselmeyer - è uno strano Schiaccianoci in forma di soldato, che si trasforma in un bellissimo Principe. E’ lui che sgominera’ i topi lascivi e feroci, che minacciano Clara nel sogno, e che la porterà nel paese dei dolci e dei giocattoli animati, ospiti d’onore al tripudio finale: l’amore, chissà, forse, le nozze. Naturalmente “tutto era un sogno”. Ma non tanto. Perché - d’accordo - il bel Principe scompare, al mattino, ma Clara è diventata donna. E la bella madre arriva da lei pentita con il dono finale “giusto”. Un bell’abito da sera in velluto, degno di una vera “signorina”.
E tutti, grandi e bambini, se ne tornano a casa felici e contenti.»

 

Le date della Tournée:

  • 25 Novembre 2017, ore 20.45 Teatro Verdi di Firenze

  • 30 Novembre 2017, ore 10.00 Teatro Apollo di Lecce (matinée)
  • 1 dicembre 2017, ore 20.45 Teatro Apollo di Lecce (doppio spettacolo)

  • 2 dicembre 2017, ore 20,45 Teatro Apollo di Lecce (doppio spettacolo)

  • 3 dicembre 2017, ore 18,00 Teatro Apollo di Lecce 

  • 8 dicembre 2017, ore 21,00 Teatro Team di Bari 

  • 10 dicembre 2017, ore 19,00 Teatro Verdi di San Severo 

  • 13 dicembre 2017, ore 20,30 Teatro Comunale di Ortona 
  • 14 dicembre 2017, ore 21,00 Teatro Comunale di Teramo

  • 15 - 16 - 17 Dicembre 2017, ore 21,00 Teatro Comunale di Caserta 

  • 21 dicembre 2017, ore 21,00 Teatro Verdi di Pisa 

  • 30 dicembre 2017, ore 21,00 Nuovo Teatro Verdi di Brindisi 


 



 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 Pross. > Fine >>

Risultati 27 - 52 di 178