Home arrow last news
Home
spettacoli
eventi
danze nelle opere
la compagnia
coreografo
la scuola
associazione
calendario
stories
last news
video
progetti
Dove siamo
audizione
trasparenza
area vendita

scegliete qui lo spettacolo
per il vostro teatro o festival
stagione 2019/2020 ↓


last news
la bella addormentata - Liguria PDF Stampa E-mail
 

COMUNICATO

La Bella Addormentata del Balletto del Sud in Liguria

il Teatro Chiabrera di Savona e il Teatro Politeama Genovese di Genova ospitano lo spettacolo di Fredy Franzutti

Foto ad alta definizione
Click sull'immagine e attendere download

ATTENZIONE PER UNA GIUSTA COMUNICAZIONE
UTILIZZARE SOLO FOTO ABBINATE A QUESTO COMUNICATO.
QUELLE RIPORTATE IN QUESTA COLONNA O NEL LINK IN BASSO: ALTRE FOTO ALTA DEFINIZIONE.



La Bella Addormentata


↑ Nuria Salado Fustè, la Principessa

 
Carlos Montalvan ↑


 
↑ La strega Carabosse: Andrea Sirianni


↑ il padre di Aurora: Alessandro De Ceglia

Il Balletto del Sud presenta, Sabato 28 Gennaio - ore 21:00, al Teatro Comunale "G. Chiabrera" di Savona e Martedì 31 Gennaio - ore 21:00, al Politeama Genovese di Genova, lo spettacolo "La Bella Addormentata", balletto in due atti, con le coreografie di Fredy Franzutti su musica di Pëtr Il´ič Čajkovskij e scene di Francesco Palma.

Replicato in importanti festival e teatri sia in Italia che all’estero (come La Gran Guardia di Livorno, il Teatro del Vittoriale di Gardone Riviera (Bs), il Festival della Versiliana a Marina di Pietrasanta, la Latomia del Paradiso di Siracusa, il Teatro antico di Paestum, il Sociale di Rovigo, il Teatro Greco di Taormina, l'Anfiteatro Romano di Lecce, l'Europauditorium di Bologna, Piazza San Lorenzo di Viterbo, il Teatro Romano di Ferento, l'Anfiteatro D'Annunzio di Pescara, il Teatro Brancaccio di Roma, il Teatro Bellini di Napoli, il Teatro Rendano di Cosenza, il Teatro Manzoni di Monza, Teatro La Fenice di Senigallia, fino ai recenti Teatro Verdi di Pisa e il Team di Bari), lo spettacolo ha raccolto ovunque entusiastici consensi di pubblico e critica per la propria ambientazione originale, sorprendente, e perfettamente funzionale allo svolgimento del racconto e alle musiche.

Già il noto critico di danza Vittoria Ottolenghi definì l’allestimento (del 2000) come frutto di “un’idea geniale!“.Nell’edizione originale, firmata nel 1890 dal coreografo Marius Petipa, la trama del balletto deriva da una favola, “La belle au bois dormant”, compresa in una raccolta, “Ma mère l’Oie”, dello scrittore francese Charles Perrault(1628-1703).Il racconto di Perrault, a sua volta, è ispirato dalla favola “Sole, Luna e Talia”, contenuto nel “Pentamerone”, o “Cunto de li cunti”, dello scrittore campano Giambattista Basile (1575-1621).

Franzutti, oggi uno dei coreografi più apprezzati nel panorama nazionale, nella propria versione del balletto, sposta l’azione dal testo di Perrault e si ispira, in maniera più articolata, al racconto di Basile.Questi narra di una principessa addormentata per un incantesimo nel Mezzogiorno d'Italia. Parte da questa prerogativa geografica lo speciale intervento creativo di Franzutti.Il coreografo infatti riporta la trama del balletto nel luogo d’origine, ovvero il Sud del nostro paese. Ciò ha permesso una precisa connotazione di carattere storico e folklorico, ovvero la sostituzione della puntura con il fuso con il morso della tarantola salentina.La Principessa Aurora diventa una giovane e bella ragazza mediterranea, alla quale una vecchia maga predice un infelice destino. Saranno l’abilità della zingarella Lilla, e il bacio d'amore di un principe-antropologo, spinto a rintracciare le orme di una antica leggenda, a destare la fanciulla dal proprio sonno centenario.

Danza, nel ruolo principale della principessa Aurora, la prima ballerina Nuria Salado Fustè, e, nel ruolo del principe Ernesto (come l'antropologo Ernesto De Martino, che “scopre” il fenomeno del tarantismo salentino), Carlos Montalvan Tovar. Il ruolo, en travesti, della strega Carabosse (personaggio creato da Franzutti per Lindsay Kemp) è interpretato dall'attore Andrea Sirianni.

Accanto a loro, nei ruoli solistici e di assieme, i danzatori della compagnia: Alessandro De Ceglia (nel ruolo del padre di Aurora), Alexander Yakovlev (il gatto), Federica Resta (La fata Lilla), Francesca Raule e Stefano Sacco (gli uccellini Blu).

Completano le scene di gruppo: Francesca Bruno, Martina Minniti, Alice Leoncini, Beatrice Bartolomei (che danza anche il ruolo della mamma di Aurora), Elia Davolio, Lucio Mautone, Valerio Torelli, Francesco Rovea, tutti elementi del Balletto del Sud, emblemi di una bella e solida realtà nazionale, che ha saputo collezionare successi in numerose tournée italiane ed europee.

Info e costo biglietti: Teatro Comunale “G. Chiabrera”Piazza Diaz, 217100 Savona. Telefono: 019 820409Costo Biglietti:Intero € 22,00 – Ridotto under 30 € 14,00L'orario di biglietteria è: dal Lunedì al Sabato (escluse le festività), dalle ore 10 alle 12 e dalle 16 alle 18.30 e un’ora prima degli spettacoli.Per informazioni e prenotazioni telefoniche: tel. 019 820409.Per prenotazioni via fax: tel. 019 4519200.

Per prenotazioni via e-mail:
Vendita on-line:http://ticket.teatrochiabrera.it/home.aspxTeatro Politeama GenoveseVia Bacigalupo 216122 GenovaTelefono: 010 8393589 Fax: 010 872254. Costo Biglietti:I° Settore € 31,00II° Settore € 26,00 Ridotto per Scuole Danza o grandi gruppi € 16,00L'orario di biglietteria è: Lunedì, Martedì, Mercoledì e Sabato 11-13 e 16-19, giovedì e venerdì 11-19 continuato, Domenica solo nei giorni di spettacolo 15-18, nelle sere di spettacolo 20-21.Vendita on-line: E’ possibile acquistare i biglietti attraverso il sito www.politeamagenovese.it

oppure sui circuiti ticketone.it e Happyticket




prossima replica:
10 Marzo 2017 - Teatro Petrarca – Arezzo  

 


 

 

 
 
 
 
 
Sheherazade ad Avellino PDF Stampa E-mail

immagini alta definizione
click sulle immagini

 

 

 COMUNICATO:

CARLA FRACCI E IL BALLETTO DEL SUD
AL TEATRO CARLO GESUALDO di Avellino

 

Il Balletto del Sud presenta, Venerdì 20 Gennaio - ore 21:00, al Teatro Carlo Gesualdo di Avellino, "Shéhérazade e le mille e una notte", balletto in un atto e cinque quadri ispirato ai racconti d'oriente di Antoine Galland su musiche di Nicolaj Rimskij-Korsakov, con le coreografie di Fredy Franzutti e la partecipazione straordinaria dell'icona della danza mondiale, Carla Fracci, nel ruolo di Thalassa Regina degli abissi.

Lo spettacolo è inserito nella XVª stagione del “Carlo Gesualdo”, per la rassegna GesualdoDanza, che il Consiglio di Amministrazione del Teatro, guidato da Luca Cipriano con i maestri Salvatore Gebbia e Carmine Santaniello, ha realizzato, in collaborazione con il direttore Dario Bavaro e il partner “Teatro Pubblico Campano”, diretto da Alfredo Balsamo.

“Shéhérazade e le mille e una notte“, concepito con successo come interazione fra danza e teatro, ha riscosso, fin dalle prime rappresentazioni (debutto al Miami International Piano Festival nel 2003), ampio consenso dal pubblico ed importanti riconoscimenti dalla critica nelle tournée nazionali e internazionali (Algeri 2011, Tunisia 2017), per la fascinosa ambientazione e la accattivante narrazione.
Sul palco, partner di Carla Fracci, si esibisce il ballerino cubano Carlos Alberto Montalvan, nel ruolo di Simdbad il marinaio; mentre all'attore Andrea Sirianni spetta la narrazione dei testi che legano i quadri danzati, nel doppio ruolo del Sultano e di Shéhérazade.

Accanto a loro i primi ballerini ed i solisti del Balletto del Sud: Nuria Salado Fustè, Alessandro De Ceglia, Federica Resta, Alexander Yakovlev, Francesca Bruno, Stefano Sacco, Francesca Raule, Lucio Mautone, Alice Leoncini, Francesco Rovea, Martina Minniti, Elia Davolio, Beatrice Bartolomei, Valerio Torelli e Federica Scolla.
 
Costo biglietti: Platea € 25,00Galleria € 18,00

Per Info: Teatro "Carlo Gesualdo"Piazza Castello - 83100 AvellinoTel.0825 771620
 
Romeo e Giulietta - Taranto PDF Stampa E-mail

 

COMUNICATO:

IL ROMEO E GIULIETTA, DEL BALLETTO DEL SUD,
 AL TEATRO ORFEO DI TARANTO


Nel cast la tarantina FEDERICA RESTA nel ruolo di Madonna Capuleti

 

FOTO ALTA DEFINIZIONE
clik sulle foto per download

 


Martina Minniti e Alexander Yakovlev ↑

 
↑ Scena della Festa

 ↑ Federica Resta

 

Il Balletto del Sud presenta, Lunedì 16 Gennaio 2017 - ore 21:00, al Teatro Orfeo di Taranto, “Romeo e Giulietta” , balletto in due atti basato sull'omonima tragedia di William Shakespeare, coreografia di Fredy Franzutti e musiche di Sergeij Prokof'ev. Lo spettacolo è l'evento inaugurale, per l'anno 2017, della sezione danza della 25ª edizione della rassegna di danza organizzata, come di consueto, dall’Associazione “A.Casavola” a cura del Direttore Artistico Renato Forte, che si svolge sino alla fine di Aprile.

La tragedia di William Shakespeare, Romeo e Giulietta, è sicuramente una delle storie d'amore più popolari di ogni tempo e luogo. La vicenda dei due amanti di Verona ha assunto nel tempo un valore simbolico, diventando l'archetipo dell'amore perfetto ma avversato dalla società.

La compagnia Balletto del Sud, oggi una delle più note e apprezzate nel panorama nazionale, presenta la sua versione del balletto Romeo e Giulietta, sulla trama della tragedia di Shakespeare e sull'omonima partitura di Sergej Prokofev.

Il coreografo Fredy Franzutti crea il balletto per la sua compagnia nel 1998 riscuotendo successo di pubblico e critica, sia per la parte coreografica che per quella visiva: le scene (realizzate da Francesco Palma) sono tratte dai dipinti di Giotto, Piero della Francesca e Cimabue e ci introducono in un mondo illustrativo bidimensionale, sospeso e fluttuante.
I costumi sono ricostruttivi dell'età medioevale italiana, nella quale Franzutti pone l'ambientazione della vicenda. Il fascino arcaico del medioevo è stato considerato uno dei punti di forza della produzione.

Danzano i ruoli principali: Martina Minniti (Giulietta), Alexander Yakovlev (Romeo), Alessandro De Ceglia (Tebaldo), Stefano Sacco (Mercuzio), Camilla Colella (la nutrice), Andrea Sirianni (Capuleti), Nuria Salado Fusté (Rosalina), Valerio Torelli (Benvolio), e Lucio Mautone (Frate Lorenzo), nel ruolo cardine della vicenda di Madonna Capuleti, la tarantina Federica Resta.

Accanto a loro, sul palco, nei ruoli del popolo, nobili e cortigiane: Francesca Bruno, Francesca Raule, Federica Scolla, Francesco Rovea, Beatrice Bartolomei, Alice Leoncini ed Elia Davolio.

Per informazioni:Teatro Orfeo (Via Pitagora,TARANTO) Box Office - tel. 099 4540763Costo biglietti:platea + I° Ordine € 27,00 (ridotto € 20,00)II° Ordine € 22,00 (ridotto € 16,00)III° Ordine € 15,00 (ridotto € 13,00)

Lo spettacolo continua la sua tournèe nel 2017 in diversi teatri:

 6 gennaio, ore 21.00 - Teatro Orfeo di Taranto
12 febbraio, ore 21.00 - Teatro Delle Arti di Salerno
18 marzo, ore 21.00 - Teatro San Domenico di Crema
19 e 20 aprile, ore 21.00 - Teatro Olimpico di Roma
29 e 30 aprile, ore 21.00 - Cantieri Teatrali koreja di Lecce

 « un titolo che ben esemplifica le caratteristiche della compagnia pugliese: da vent'anni realtà del balletto tra le più complete, serie e attive sul territorio nazionale, con felici incursioni internazionali e una presenza nella regione natale che non ha paragoni per l'opera di diffusione dell'arte della danza.»
Valentina Bonelli - Danza&Danza


 

 

Leggi tutto...
 
La Bella Addormentata - Dicembre 2016 PDF Stampa E-mail


 

COMUNICATO

Dal 18 al 28 dicembre, il Balletto del Sud presenta, in tournée,“La Bella Addormentata".

Foto ad alta definizione
Click sull'immagine e attendere download

ATTENZIONE PER UNA GIUSTA COMUNICAZIONE
UTILIZZARE SOLO FOTO ABBINATE A QUESTO COMUNICATO.
QUELLE RIPORTATE IN QUESTA COLONNA O NEL LINK IN BASSO: ALTRE FOTO ALTA DEFINIZIONE.



La Bella Addormentata


La Strega e la Principessa


Minami Shiota ↑



 

Il Balletto del Sud presenta nel mese di dicembre uno dei titoli di maggior successo del suo repertorio: “La Bella Addormentata” con le coreografie di Fredy Franzutti su musiche di Pëtr Il´ič Čajkovskij.

Replicato in importanti festival e teatri sia in Italia che all’estero (come La Gran Guardia di Livorno, il Teatro del Vittoriale di Gardone Riviera (Bs), il Festival della Versiliana a Marina di Pietrasanta, la Latomia del Paradiso di Siracusa, il Teatro antico di Paestum, il Sociale di Rovigo, il Teatro Greco di Taormina, l'Anfiteatro Romano di Lecce, l'Europauditorium di Bologna, Piazza San Lorenzo di Viterbo, il Teatro Romano di Ferento, l'Anfiteatro D'Annunzio di Pescara, il Teatro Brancaccio di Roma, il Teatro Bellini di Napoli, il Teatro Rendano di Cosenza, il Teatro Manzoni di Monza, sino ai recenti Teatro dei Fluttuanti di Argenta e il Teatro La Fenice di Senigallia), lo spettacolo, firmato per regia e coreografia da Fredy Franzutti per il Balletto del Sud - compagnia da lui guidata dal 1995 - ha raccolto ovunque entusiastici consensi di pubblico e critica per la propria ambientazione originale, sorprendente, e perfettamente funzionale allo svolgimento del racconto e alle musiche.

Già il noto critico di danza Vittoria Ottolenghi definì l’allestimento (2000) come frutto di “un’idea geniale!“.

Nell’edizione originale, firmata nel 1890 dal coreografo Marius Petipa, la trama del balletto deriva da una favola, “La belle au bois dormant”, compresa in una raccolta, “Ma mère l’Oie”, dello scrittore francese Charles Perrault (1628-1703).
Il racconto di Perrault, a sua volta, è ispirato dalla favola “Sole, Luna e Talia”, contenuto nel “Pentamerone”, o “Cunto de li cunti”, dello scrittore campano Giambattista Basile (1575-1621).

Franzutti, oggi uno dei coreografi più apprezzati nel panorama nazionale, nella propria versione del balletto, sposta l’azione dal testo di Perrault e si ispira, in maniera più articolata, al racconto di Basile.
Questi narra di una principessa addormentata per un incantesimo nel Mezzogiorno d'Italia. Parte da questa prerogativa geografica lo speciale intervento creativo di Franzutti.
Il coreografo infatti riporta la trama del balletto nel luogo d’origine, ovvero il Sud del nostro paese. Ciò ha permesso una precisa connotazione di carattere storico e folklorico, ovvero la sostituzione della puntura con il fuso con il morso della tarantola salentina.
La Principessa Aurora diventa una giovane e bella ragazza mediterranea, alla quale una vecchia maga predice un infelice destino. Saranno l’abilità della zingarella Lilla, e il bacio d'amore di un principe-antropologo, spinto a rintracciare le orme di una antica leggenda, a destare la fanciulla dal proprio sonno centenario.

Danzano, nel ruolo principale della principessa Aurora, la prima ballerina Nuria Salado Fustè che si alterna con la giovane ballerina giapponese Minami Shiota, nel ruolo del principe Ernesto (come l'antropologo Ernesto De Martino, che “scopre” il fenomeno del tarantismo salentino), danzano Carlos Montalvan e Alexander Yakovlev. Il ruolo della strega Carabosse è interpretato dall'attore Andrea Sirianni.

Al loro fianco, nei ruoli solistici, i validi danzatori della compagnia: Alessandro De Ceglia (nel ruolo del padre di Aurora), Nuria Salado Fustè e Federica Resta (La fata Lilla), Francesca Raule e Stefano Sacco (gli uccellini Blu); completano le scene di gruppo: Francesca Bruno, Martina Minniti, Alice Leoncini, Beatrice Bartolomei (che danza anche il ruolo della mamma di Aurora), Elia Davolio, Lucio Mautone, Valerio Torelli, Francesco Rovea e Motoya Fukuscima, tutti elementi del Balletto del Sud, emblemi di una bella e solida realtà nazionale che ha saputo collezionare successi in numerose tournée italiane ed europee. Il ruolo della strega Carabosse, personaggio creato da Franzutti per Lindsay Kemp, è interpretato dall'attore Andrea Sirianni.

Le scene sono realizzate da Francesco Palma.

Date della tournée:

18 Dicembre ore 21.00 - Auditorium Tommasiello - Teano

22 Dicembre - Teatro Verdi - Pisa

27 Dicembre - Teatro Guglielmi - Massa -

29 Dicembre - Nuovo Teatro Verdi - Brindisi

28 Gennaio 2017 - Teatro Comunale Chiabrera - Savona

31 Gennaio 2017 - Teatro Politeama Genovese - Genova

10 Marzo 2017 - Teatro Petrarca – Arezzo  


 

 

 
 
 
 
 
Carmen - Bari PDF Stampa E-mail

COMUNICATO:

Domenica 11 Diecembre
CARMEN del Balletto del Sud fa il bis al Teatro Team di Bari

continua la collaborazione fra il teatro e la compagnia di Franzutti

 Foto ad alta definizione di Francesco Sciolti
Click sull'immagine e attendere download

ATTENZIONE PER UNA GIUSTA COMUNICAZIONE
UTILIZZARE SOLO FOTO ABBINATE A QUESTO COMUNICATO.
QUELLE RIPORTATE IN QUESTA COLONNA O NEL LINK IN BASSO: ALTRE FOTO ALTA DEFINIZIONE



 

Il Balletto del Sud presenta, Domenica 11 Dicembre 2016 alle ore 18:30, al Teatro Team di Bari, “Carmen” balletto in due atti da un racconto di Prosper Mérimée con la coreografia di Fredy Franzutti su musiche di Bizet, Albéniz, Chabrier, Massenet e scene di Francesco Palma.

Carmen del Balletto del Sud ha debuttato nel 2008 e continua la tournée in numerosi festival e teatri italiani e internazionali, divenendo una delle produzioni di punta della compagnia.

Lo spettacolo, impreziosito da scene a trasformazione e accattivanti costumi, citazione del mondo operistico, esalta la componente esotica spagnola del soggetto di Prosper Merimée e della popolare musica di Bizet (affiancato da Chabrier, Massenet e Albéniz).

Per le calde atmosfere e per l'interpretazione dei protagonisti “Carmen, fin dalle prime rappresentazioni, ha riscosso entusiastici consensi di pubblico e critica.

Nello spettacolo si narrano le disavventure della bella e seducente Carmen - sigarai di Siviglia - e Josè - giovane soldato - che di lei si innamora pazzamente, sciogliendo i suoi legami con la promessa sposa Micaela, disertando l’esercito e tradendo la fiducia del capitano delle guardie, Zuniga, anch’egli invaghito della bella sigaraia. Carmen abbandona Josè preferendo a lui il famoso Torero Escamillo. Josè, accecato dalla gelosia, la uccide in un giorno di corrida.


Danzano nei ruoli principali: Nuria Salado Fusté (Carmen), Carlos Alberto Montalvan Tovar (Josè, giovane soldato), Alessandro De Ceglia (Escamillo, il torero), Alexander Yakovlev (Zuniga, capitano delle guardie), Martina Minniti (Micaela, primo amore di Josè).
Accanto a loro solisti ed i ballerini del Balletto del Sud: Beatrice Bartolomei, Francesca Bruno, Elia Davolio, Motoia Fukushima, Alice Leoncini, Lucio Mautone, Federica Resta, Francesca Raule, Francesco Rovea, Minami Shiota, Stefano Sacco e Valerio Torelli.


Lo spettacolo ha superato le 100 repliche nei più prestigiosi teatri e festival internazionali, come il Teatro Antico di Taormina, nel 2010 all'opera di Tirana alla presenza di Sali Berisha e di numerose autorità albanesi, mentre, nel 2014, è stato l'evento inaugurale del Teatro Grande di Pompei. Con “Carmen” Fredy Franzutti riceve il "Premio Internazionale Carlo Alberto Cappelli 2016".
Costo Biglietti: Poltronissima: € 35 - Poltrona: € 29- Galleria: € 25
RIDUZIONE GIOVANI FINO AI 26 ANNI - Poltronissima: € 20
Per info: TeatroTeam di Bari - Botteghino: piazza Umberto, 37 - 70121 Bari
Tel: (+39) 080.5210877 - 080.5241504


Continuano quindi le rappresentazioni del Balletto del Sud, di Fredy Franzutti, al teatro Team di Bari.
La proficua collaborazione, iniziata il 16 Novembre 2013 proprio con la messa in scena dello stesso spettacolo Carmen, si è mantenuta nel corso di questi ultimi anni con le rappresentazioni - che hanno sempre incontrato il consenso del pubblico del capoluogo pugliese e di quello della sua provincia – di: “Il Lago dei Cigni” (Dicembre 2014), “Serata Stravinskij” (marzo 2015) e “Romeo e Giulietta” (Dicembre 2015). Tale collaborazione si è intensificata nel corso di quest'ultimo anno con l'inserimento, nel cartellone del Teatro, di ben tre titoli della compagnia: “La Bella Addormentata” (Febbraio 2016), “Shéhérazade e le mille e una notte” con la partecipazione straordinaria di Carla Fracci (Aprile 2016) ed ora con il ritorno di Carmen.

 

Comunicato formato word

Foto alta definizione

informazioni spettacolo

 

 
Leggi tutto...
 
La Bella Addormentata - Lecce PDF Stampa E-mail

 

COMUNICATO

Dal 2 al 4 dicembre, il Balletto del Sud presenta, al Teatro Politeama Greco di Lecce,“La Bella Addormentata". L'orchestra OLES é diretta da Eliseo Castrignanò

Foto ad alta definizione
Click sull'immagine e attendere download

ATTENZIONE PER UNA GIUSTA COMUNICAZIONE
UTILIZZARE SOLO FOTO ABBINATE A QUESTO COMUNICATO.
QUELLE RIPORTATE IN QUESTA COLONNA O NEL LINK IN BASSO: ALTRE FOTO ALTA DEFINIZIONE.



La Bella Addormentata


La Strega e la Principessa


Minami Shiota ↑


 

Dal 2 al 4 dicembre, il Balletto del Sud presenta, al Teatro Politeama Greco di Lecce, uno dei titoli di maggior successo del suo repertorio: “La Bella Addormentata” con le coreografie di Fredy Franzutti su musiche di Pëtr Il´ič Čajkovskij. Lo spettacolo è eseguito con l'orchestra OLES diretta da Eliseo Castrignanò.

Replicato in importanti festival e teatri sia in Italia che all’estero (come La Gran Guardia di Livorno, il Teatro del Vittoriale di Gardone Riviera (Bs), il Festival della Versiliana a Marina di Pietrasanta, la Latomia del Paradiso di Siracusa, il Teatro antico di Paestum, il Sociale di Rovigo, il Teatro Greco di Taormina, l'Anfiteatro Romano di Lecce, l'Europauditorium di Bologna, Piazza San Lorenzo di Viterbo, il Teatro Romano di Ferento, l'Anfiteatro D'Annunzio di Pescara, il Teatro Brancaccio di Roma, il Teatro Bellini di Napoli, il Teatro Rendano di Cosenza, il Teatro Manzoni di Monza, sino ai recenti Teatro dei Fluttuanti di Argenta e il Teatro La Fenice di Senigallia), lo spettacolo, firmato per regia e coreografia da Fredy Franzutti per il Balletto del Sud - compagnia da lui guidata dal 1995 - ha raccolto ovunque entusiastici consensi di pubblico e critica per la propria ambientazione originale, sorprendente, e perfettamente funzionale allo svolgimento del racconto e alle musiche.

Già il noto critico di danza Vittoria Ottolenghi definì l’allestimento (2000) come frutto di “un’idea geniale!“.

Nell’edizione originale, firmata nel 1890 dal coreografo Marius Petipa, la trama del balletto deriva da una favola, “La belle au bois dormant”, compresa in una raccolta, “Ma mère l’Oie”, dello scrittore francese Charles Perrault (1628-1703).
Il racconto di Perrault, a sua volta, è ispirato dalla favola “Sole, Luna e Talia”, contenuto nel “Pentamerone”, o “Cunto de li cunti”, dello scrittore campano Giambattista Basile (1575-1621).

Franzutti, oggi uno dei coreografi più apprezzati nel panorama nazionale, nella propria versione del balletto, sposta l’azione dal testo di Perrault e si ispira, in maniera più articolata, al racconto di Basile.
Questi narra di una principessa addormentata per un incantesimo nel Mezzogiorno d'Italia. Parte da questa prerogativa geografica lo speciale intervento creativo di Franzutti.
Il coreografo infatti riporta la trama del balletto nel luogo d’origine, ovvero il Sud del nostro paese. Ciò ha permesso una precisa connotazione di carattere storico e folklorico, ovvero la sostituzione della puntura con il fuso con il morso della tarantola salentina.
La Principessa Aurora diventa una giovane e bella ragazza mediterranea, alla quale una vecchia maga predice un infelice destino. Saranno l’abilità della zingarella Lilla, e il bacio d'amore di un principe-antropologo, spinto a rintracciare le orme di una antica leggenda, a destare la fanciulla dal proprio sonno centenario.

Danza, nel ruolo principale della principessa Aurora, la giovane ballerina giapponese Minami Shiota, nel ruolo del principe Ernesto (come l'antropologo Ernesto De Martino, che “scopre” il fenomeno del tarantismo salentino), danza Alexander Yakovlev, primo ballerino formatosi all'accademia Vaganova di San Pietroburgo e già da quattro anni nell'organico del Balletto del Sud. Al loro fianco, nei ruoli solistici, i validi danzatori della compagnia: Alessandro De Ceglia, Nuria Salado Fustè, Federica Resta, Francesca Raule e Stefano Sacco; completano le scene di gruppo: Francesca Bruno, Martina Minniti, Alice Leoncini, Beatrice Bartolomei, Elia Davolio, Lucio Mautone, Valerio Torelli, Francesco Rovea e Motoya Fukuscima, tutti elementi del Balletto del Sud, emblemi di una bella e solida realtà nazionale che ha saputo collezionare successi in numerose tournée italiane ed europee. Il ruolo della strega Carabosse, personaggio creato da Franzutti per Lindsay Kemp, è interpretato dall'attore Andrea Sirianni.

Le scene sono realizzate da Francesco Palma.

Lo spettacolo è realizzato con l'esecuzione dell'orchestra OLES diretta da Eliseo Castrignanò.

- Nei giorni 2 e 3 dicembre alle ore 10.00 hanno luogo due matinée per le scolaresche inserite nel progetto "La Scuola a Teatro" che giunto alla 22esima edizione ha come obiettivo principale lavvicinamento dei giovani all'arte della danza e della musica. Per i due spettacoli mattutini sono previste 2000 presenze.

- Domenica 4 dicembre alle ore 16,30 nel foyer del Teatro Politeama Greco di Lecce, con finalità divulgativa è organizzata una conferenza con video-citazioni a cura del critico Prof. Massimiliano Craus.

 

Info: TEATRO POLITEAMA GRECO via XXV Luglio Lecce, tel 0832 24 14 68

Spettacoli:Venerdì 2 dicembre, ore 21.00 - Sabato 3 dicembre, ore 21.00 - Domenica 4 dicembre, ore 18.30

costo biglietto:Poltronissime € 25,00 (ridotto € 22,00) - Poltrone e Palchi I° Ordine € 20,00 (ridotto € 17,00) - Palchi II° Ordine € 17,00 (ridotto 14,00) - Loggione € 10,00.

Allievi Scuole di Danza: Poltronissime e Palchi I° ordine € 15,00 - Poltrone e Palchi II° Ordine: € 10,00.

1 Dicembre ore 10.00 - Teatro Politeama Greco - Lecce

2   Dicembre ore 10.00 - Teatro Politeama Greco - Lecce

2   Dicembre ore 21.00 - Teatro Politeama Greco - Lecce

3   Dicembre ore 21.00 - Teatro Politeama Greco - Lecce

4   Dicembre ore 18.30 - Teatro Politeama Greco - Lecce

Dopo le date di Lecce lo spettacolo continuerà la sua tournée in diversi teatri italiani:

18 Dicembre ore 21.00 - Auditorium Tommasiello - Teano

22 Dicembre - Teatro Verdi - Pisa

27 Dicembre - Teatro Guglielmi - Massa -

29 Dicembre - Nuovo Teatro Verdi - Brindisi

28 Gennaio 2017 - Teatro Comunale Chiabrera - Savona

31 Gennaio 2017 - Teatro Politeama Genovese - Genova

10 Marzo 2017 - Teatro Petrarca – Arezzo  


 

 

 
 


 
 
Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 Pross. > Fine >>

Risultati 53 - 78 di 179