Home
Paula Acosta Carli PDF Stampa E-mail

Image

 

Paula Acosta Carli nel 1995 comincia i suoi studi, all’età di otto anni, nella Scuola Nazionale di Danza a Montevideo in Uruguay, dove otto anni dopo si diploma ricevendo la medaglia Elena Smirnova, donata dal critico di danza argentino Honorio Destaville. Nel 2000 studia a Buenos Aires in Argentina, grazie a una borsa di studio del maestro Raul Candal. Comincia il suo periodo lavorativo nelle 2003 con la Compagnia Nazionale d’Uruguay, dove danza, tra i tanti titoli, "la Baiadera", "Giselle", "Generacion del Novecientos". Nel frattempo partecipa a spettacolo del Montevideo Ballet Estudio. Nel 2000 e  2005 lavora con il Cuballet a San Paolo, Brasile. Riceve la menzione di brava ballerina per la danza contemporanea al “Dance for Freedom” nel 2º Incontro de Danza giovane 2003 a Montevideo. Nel 2005 riceve una borsa di studio dell’UNESCO per lavorare a Cannes in Francia. Dal 2006 al 2008 lavora con la compagnia Arte 369 in Spagna, dove danza ruoli solistici in Giselle, Don Chisciotte, Lo Schiaccianoci e Le Silfidi. Ad aprile del 2008 partecipa agli spettacoli di Romeo e Giulietta dell’ "Ariston Proballet" di Sanremo.

Da Giugno 2008 Paula Acosta entra stabilmente nell'organico del Balletto del Sud con la direzione di Fredy Franzutti che crede nelle possibilità della giovane ballerina affidandole ruoli sempre più impegnativi. Nella compagnia Balletto del Sud danza ruoli anche solistici nelle produzioni "Carmina Burana" (gruppi e solista), "Eleonora Duse" (gruppi e solista), "L'Uccello di Fuoco" (la principessa/ L'uccello di Fuoco). Poi confermata come protagonista interpreta anche ruoli da prima ballerina negli spettcaoli "La Traviata" (Violetta), "Lo Schiaccianoci" (Clara) e "Carmen" (Micaela e Carmen) in tutte le tournèe della compagnia.
Danza inolte nelle diverse produzioni d'opera di Franzutti come "Ottocento" con le musiche di Franco Battiato replicato anche all'Auditorium della Conciliazione di Roma. La collaborazione con il Balletto del Sud si conclude nel maggio 2010.