Home arrow romeo e giulietta
romeo e giulietta prokofiev - la trama PDF Stampa E-mail

LA TRAMA


Introduzione

La vicenda si svolge a Verona. Due importanti famiglie, Montecchi e Capuleti, in eterno odio sono due piccoli eserciti banditeschi, frazioni furibonde e crudeli che non arretrano di fronte a nulla . Romeo e Giulietta appartengono alle due differenti famiglie.

Atto Primo
Scena Prima - La piazza di Verona

Romeo, figlio della famiglia Montecchi, e il fraterno amico Mercuzio, anch’egli di nobili origini, si risvegliano nella piazza del mercato di Verona dopo una notte di avventure. Mercuzio danza con gli amici del mercato. Giunge Tebaldo, prepotente cugino di Giulietta, che scorge tra il gruppo una giovane popolana, Rosalina, della quale è invaghito e, preso da un violento scatto di gelosia, la strattona per la piazza. Romeo e Mercuzio intervengono per salvare la fanciulla; scoppia la rissa.

Scena seconda – I corridoi di Palazzo Capuleti.
La bella Giulietta corre spensierata inseguita dalla sua balia. Giulietta non vuole indossare il vestito che la balia ha scelto per la grande festa organizzata dalla famiglia Capuleti per presentarla alla nobiltà di Verona. Intervengono anche la madre, Madonna Capuleti, e il potente padre per convincere la fanciulla, ancora interessata a bambole e giuochi.

Scena terza – Nel patio di casa Capuleti.
Giungono gli invitati alla festa. Sfilano i nobili di Verona, Capuleti e la sua Madonna, Tebaldo e la balia felice; infine arrivano camuffati da giullari Romeo, Mercuzio e Rosalina, che hanno deciso di introdursi pericolosamente nella tana del nemico.

Scena quarta –Il salone delle feste.
Mercuzio anima la festa travestito da buffone. Giulietta è al suo primo ballo e presto conoscerà i nobili principi, il suo promesso sposo; ma quando Romeo e Giulietta si vedono è amore a prima vista. La ragazzina si lascia corteggiare. Scoperti, gli intrusi devono andarsene, minacciati dal truce Tebaldo. Ma Romeo è innamorato e decide di nascondersi nel cortile del palazzo per incontrare ancora Giulietta.

Scena quinta – Il cortile
Coperto dalla notte, Romeo si avvicina al balcone della camera di Giulietta; lei lo vede. I due si scambiano effusioni e promesse d'amore eterno: si sposeranno a dispetto di tutto e di tutti.

 

 

Atto secondo
Scena prima – La piazza di Verona
Nella piazza affollata, la nutrice cerca Romeo per informarlo che Giulietta lo attende nella chiesa per celebrare il matrimonio. Chiede a Mercuzio e Benvolio. Trova Romeo e gli consegna il messaggio. Romeo corre felice verso la chiesa.

Scena seconda – La chiesa
Le nozze sono celebrate velocemente da frate Lorenzo con la complicità della nutrice, speranzosi che il matrimonio possa pacificare per sempre le due potenti famiglie. Romeo e Giulietta sono sposati.

Scena terza – La piazza di Verona
Tutto andrebbe per il meglio se non accadesse che Tebaldo e Mercuzio si sfidano a duello. In verità Tebaldo vorrebbe sfidare Romeo, per punirlo dell'affronto. Mercuzio lo sostituisce e riceve una ferita mortale. Romeo, furioso per la perdita dell'amico, uccide Tebaldo e viene punito con l'esilio. Deve recarsi a Mantova.

Scena quarta – La camera da letto di Giulietta
Prima di partire Romeo decide di passare una notte d'amore con Giulietta, poi deve fuggire ma promette di tornare.
I Capuleti insistono affinché Giulietta accetti un nobile Paride come marito e ai suoi dinieghi la maltrattano.

Scena quinta – Nella sacrestia di Frate Lorenzo
Ancora frate Lorenzo verrà in soccorso a Giulietta: le dà una pozione che la addormenterà donandole morte apparente. Quando tutti la crederanno morta, Romeo tornerà e potrà portarsela via; un messaggero andrà ad avvertirlo. Giulietta accetta il piano del Frate.



Scena sesta - La camera da letto di Giulietta
La famiglia insiste e decide di celebrare le nozze il giorno seguente; Giulietta decide nella notte di prendere il siero. La mattina giungono le damigelle pronte per le nozze, cercano di svegliare inutilmente Giulietta e la pensano morta. Giungono anche la balia e i genitori che verificano il terribile evento.

Scena settima – Sulla strada per Mantova
Ci sono pestilenze in giro, e il messo viene fermato e aggredito da due appestati. Romeo non sa nulla del piano e da Benvolio apprende che Giulietta si è uccisa avvelenandosi. Decide di tornare a Verona.

Scena ottava – La tomba
Si celebrano i funerali: tutti si disperano per la presunta morte di Giulietta. Quando tutti escono, giunge Romeo, vede Giulietta morta e decide di togliersi la vita con un potente veleno. Quando Giulietta si ridesta è felice perché pensa che il piano sia giunto a buon fine, ma quando vede il cadavere di Romeo si toglie la vita a sua volta con il pugnale del suo amato.

 

 ↓