Home
spettacoli
eventi
danze nelle opere
la compagnia
coreografo
la scuola
associazione
calendario
stories
last news
video
progetti
Dove siamo
audizione
trasparenza
area vendita

scegliete qui lo spettacolo
per il vostro teatro o festival
stagione 2018/2019 ↓


Vincenzo Grisostomi Travaglini PDF Stampa E-mail

Image Nato a Ripatransone, ha vissuto a Fermo, città d'origine della sua famiglia, e quindi a Roma dove ha conseguito la maturità scientifica e frequentato la facoltà di Giurisprudenza. Qui ha anche seguito corsi universitari di Psicologia. Ha studiato pianoforte, prima sotto la guida della madre Paolina Crotti, diplomata al Conservatorio (Liceo Musicale) Morlacchi di Perugia, quindi con la professoressa lris Bresciani, allieva di Sgambati. Le sue prime esperienze nel mondo del teatro risalgono al 1974, quando gli fu consentito, per due stagioni, di assistere e collaborare quale volontario alle prove di "Parsifal", 'La Reine Morte", "Falstaff", "Pelléas et Mélisande", "Don Carlo", "Assassinio nella Cattedrale", "la Fanciulla del West", ecc., sotto la guida di Lovro von Matacic, Margherita Walmann, Gian Carlo Menotti, Luchino Visconti-Alberto Frassini, Franco Zeffirelli; per la scenografia, di Ceroli ed altri. Le sue prime esperienze cinematografiche risalgono allo stesso periodo a contatto con registi quali Marco Bellocchio e Carmelo Bene. Nel film "Amleto" di Carmelo Bene, oltre ad essere assistente volontario ha anche interpretato il ruolo di Rosencrantz. Ha quindi partecipato nel 1978, chiamato da Maria Bellonci, al corso di Storia del Teatro dell'Istituto Internazionale per la Ricerca Teatrale di Venezia alla Fondazione Cini. Negli anni seguenti ha frequentato corsi e convegni di studio sul teatro in Italia, Francia, Spagna e Regno Unito, in particolare su Shakespeare, Goldoni, Molière, Ibsen, Checov, Federico García Lorca, Luigi Pirandello. Questo studio e interesse è proseguito nel tempo in quanto nel percorso naturale di un regista di opere liriche, attivo internazionalmente, è stata spontanea l'appassionata frequentazione del repertorio classico del teatro di prosa non solo per la contiguità dei temi ma anche per l'intrinseca identità dei personaggi. Ha collaborato con la E.R.I. per alcune ricerche nel campo culturale, con particolare attenzione al mondo dello spettacolo (teatro lirico, teatro di prosa, letteratura, cinema, attualità). Ha collaborato con la FONIT CETRA per una nutrita serie di dischi sui concerti MARTlNI e ROSSI e ha collaborato alla rivista della Fonit Cetra MUSICA, inserto della rivista MUSICA VIVA ed ha scritto, sui problemi dell'archivio RAI, un saggio sulla rivista della Biblioteca Marucelliana di Firenze. Ha collaborato con la Radio Vaticana e con Radio Lugano (Svizzera italiana). Sin dai 1977 è stata molto intensa la sua attività radiofonica (RAI): - Per la prima rete radiofonica ha collaborato alla rubrica "Opera Quiz", ha curato la trasmissione "Tornami a dir che m'ami" che ha comportato un approfondito lavoro di ricerca nell'archivio RAI di documenti e di registrazioni storiche, ed ha curato una lunga serie de "La Gazzetta", settimanale d'attualità nel campo della musica classica. - Per la seconda rete radio ha collaborato alle trasmissioni "Romanza" e "Vi piace Toscanini?". Nella rubrica LE ORE DELLA MUSICA, curata da Laura Padellaro, è stato autore delle trasmissioni: "Quarta corda" e "Le piace il classico?". - Per la terza rete radiofonica ha ideato una rubrica, prima settimanale poi giornaliera, di cronache musicali nell'ambito di POMERIGGIO MUSICALE, contenitore a cura di Paolo Donati. Della stessa trasmissione è stato anche conduttore, e per essa ha ideato e realizzato varie rubriche, riservate di volta in volta ai maggiori interpreti italiani ed internazionali, ma anche ai giovani artisti; all'attività dei teatri stranieri e dei grandi Festival estivi nonché alla promozione d' attività minori o in centri meno noti. Nel 1987 ha curato la rubrica "Fatti e personaggi nel mondo dell'opera", neI 1988 "Una settimana a teatro" e nel 1988/'89 è impegnato in una rubrica settimanale di critica musicale in "Foyer" e dal 1998 ne "Il Club dell'Opera"; nel 1993 ha presentato alcuni appuntamenti de "Il Concerto del Mattino". Nel campo dell'Alta Moda ha collaborato con Sarli, Balestra e Litrico. Ha iniziato nel 1973 a scrivere per giornali e riviste locali e quindi ha collaborato assiduamente alla rivista "Il mondo della musica" e al quotidiano "Il Mattino". Ha lungamente collaborato con le riviste "l'Opera", "Musica e Dossier" e "Monsalvat"(Spagna) ed ha scritto negli inserti speciali de "Il Corriere della Sera" in occasione dei mondiali di calcio in Italia, sempre con riferimento ad avvenimenti culturali e per il settimanale "Gente". E' iscritto all'Ordine dei Giornalisti del Lazio (elenco pubblicisti) ed è stato iscritto all'Associazione Critici Musicali Italiani. Ha curato testi per le copertine di dischi e programmi di sala: Teatro di San Carlo (Napoli); Ente Arena di Verona; Festival di Asolo; ecc.. Ha tenuto lezioni e conferenze in diversi Istituti e Teatri. Nel 1986 è stato Capo ufficio stampa della stagione lirica di Osimo. Dal 1986 al 1990 è stato Capo ufficio stampa della Sagra Musicale Umbra. Dal 1987 ha ricoperto la stessa carica al Festival delle Nazioni di Città di Castello di cui è stato anche Consulente artistico e Segretario Artistico. Capo ufficio stampa del Teatro Giordano di Foggia e dal 1988 (per due anni) al Festival Pucciniano di Torre del Lago. Per svariati anni Capo ufficio stampa della Sagra Malatestiana di Rimini. Contemporaneamente ha curato altre iniziative, sempre nel campo della musica lirica, sinfonica e da camera, teatro di prosa, danza. Ha realizzato servizi giornalistici, oltre che in Italia, in Spagna, Regno Unito, Francia, Germania, Unione Sovietica, Svizzera, Tunisia, Egitto, Iraq, Stati Uniti d'America, Canada, Grecia, Cina, Giappone, Turchia. Nel 1986 e stato Consulente artistico del Teatro Petruzzelli di Bari, e successivamente per lo stesso Ente (Teatro di Tradizione) ha ricevuto l'offerta di nomina a Direttore artistico. Nel 1987 è Consulente artistico al Festival di Fermo, dove ha promosso collaborazioni con le maggiori manifestazioni, in Italia e all'estero. Sempre al Festival di Fermo dal 1988 al 1991 è stato nominato Direttore Artistico, ed ha programmato "prime esecuzioni in epoca moderna" di musicisti del '700/'800 tra cui Cimarosa, Rossini, Donizetti e Cherubini ("prima assoluta ") e commissionato lavori ai più celebri compositori contemporanei, e prime di spettacoli di prosa di cui ha anche curato la regia ("Mozart e Farinelli"), lanciando la manifestazione a livello internazionale. Nel 1988 ha fatto parte della giuria del Concorso giovani cantanti "Giacomantonio" promosso dal Teatro Rendano di Cosenza, dove è anche stato Capo ufficio stampa e del Premio Calpurnia di Città di Castello per giovani strumentisti e in molte altre giurie negli anni successivi. Nei 1989 è stato docente ai Corso di perfezionamento promosso dal Teatro di Adria. Nel 1991 è stato Presidente della Commissione per maestri sostituti al Teatro Massimo Bellini di Catania e Presidente alla Commissione per la formazione nel 1991 di una nuova orchestra del Festival di Fermo. E' stato nominato nella commissione del premio "Cilea" di Reggio Calabria. Dal '93 al '94 è nel Consiglio d'Amministrazione dello Sperimentale di Spoleto "A.Belli" con delega del Sovrintendente del Teatro dell'Opera ed è stato membro nel 1993 della Commissione giudicatrice del Concorso "Comunità Europea" per giovani cantanti lirici del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto. Ha fatto parte della Commissione giudicatrice dell'Accademia Lirica di Mantova e nel '95 del Concorso "Giuseppe Verdi" di Busseto e nel 1996 del progetto "Opera Studio" dell'Opera di Roma. Nel 1997 è stato in Commissione per il Concorso Internazionale per cantanti lirici "F. Viñas" di Barcellona. Nel 1998 ha partecipato alla Giuria del primo Festival Internazionale di Fivizzano (canto, ballo, gruppi corali). E' stato Direttore Artistico dal 1998 del "Progetto Alaleona", promovendo in due anni concerti nelle Marche e a Roma. E' stato Consulente artistico dell'Accademia Organistica Elpidiense e dei concerti "Incanto" di Ancona. Nel 1989 è stato nominato Capo ufficio stampa del Teatro dell'Opera di Roma dove ha anche istituito e diretto l'Ufficio Edizioni facendosi promotore della stampa di diverse pubblicazioni culturali. Sempre all'Opera ha ricoperto l'incarico di Assistente del Commissario alla Sovrintendenza e come tale ha partecipato all'organizzazione del "Concerto dei tre tenori" alle Terme di Caracalla e quindi di Collaboratore del Sovrintendente con incarichi specifici in Direzione Artistica e confermato responsabile dell'Ufficio Edizioni. In Teatro ha tenuto conferenze e nel 1992 è stato tra gli ideatori e realizzatori dei Festival di Musica Barocca in collaborazione con il Comune di Roma. Nel 1993 è stato nominato al Teatro dell'Opera Assistente del Direttore Artistico maestro Gian Carlo Menotti e responsabile di alcuni settori del progetto "Il Teatro dell'Opera per la Città". Per l'Opera di Roma è stato responsabile per la Direzione Artistica della tournée dell'Ente in Giappone (Nagoya). Sempre all'Opera di Roma è stato sino al 1997 Collaboratore della Direzione Artistica. Nel 1994 è stato nominato con Decreto Governativo per il triennio 1994/96: -Componente supplente della I Commissione di Esperti- presso il Dipartimento dello spettacolo della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Dai 1994 e sino al luglio '96 è stato nominato Consulente Artistico del restaurato Teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno, riaperto dopo 15 anni di chiusura, il 15 ottobre '94. Qui ha allestito stagioni d'opera, balletto, concerti sinfonici e da camera. Ad Ascoli Piceno si è dedicato alla riqualificazione della stagione di prosa, in collaborazione con l'AMAT e successivamente con l'E.T.I. del cui circuito il Teatro Ventidio Basso è entrato a far parte.
Nei 1995 è stato Consulente artistico del "Concerto per la Pace" a cura del Comitato Internazionale per il cinquantenario del bombardamento atomico su Hiroshima e Nagasaki e del Segretario Generale della Conferenza Episcopale del Giappone, svoltosi il 5 agosto nell'Aula Paolo VI in Vaticano e registrato dalla Rai e dalla NTV Nippon TV. E' stato nominato dalla Melos Art Consulente Artistico del progetto "Turandot" in Cina e in questo incarico ha partecipato allo studio per una nuova produzione e al sopralluogo a Pechino con il Maestro Franco Zeffirelli, che avrebbe dovuto firmarne regia, scene e costumi (progetto non realizzato). Ha avuto l'incarico di Consulente Artistico dal 1996 al 1998 per la produzione di "Aida" con regia e scene di Franco Zeffirelli, da rappresentarsi in Giappone in occasione dell'inaugurazione del New National Theatre di Tokyo nella stagione 1997/98. Dal 2000 al 2001 è stato chiamato dall'Assessore alla Cultura della Provincia di Roma, a far parte di un comitato per la presentazione di un progetto per la formazione di una nuova orchestra sinfonica. Nel 2000 è stato nominato presso il Ministero della Cultura della Repubblica Turca, Basrejisör (co-direttore artistico insieme al Direttore Musicale) del Teatro di Stato di Ankara-Direzione Generale dei Teatri d'Opera e di Balletto della Turchia (con rinnovi sino a tutto il 2002). Dal 2001 è responsabile dell'ufficio comunicazione e immagine dell'Istituzione Perdonanza Celestiniana (L'Aquila). Ha scritto un libro sulla vita di Katia Ricciarelli (presentato al Museo Teatrale del Teatro alla Scala), edito in occasione dei 25 anni di carriera della cantante ed il libro: "I Teatri a Roma: il Costanzi" (presentato al Teatro dell'Opera di Roma), edito da Miani. Un suo scritto musicologico sull'opera "Macbeth" è stato tradotto in francese e pubblicato a cura dell'Ufficio edizioni dei Teatro d'Opera di Montecarlo; una ricerca musicologica su "Madama Butterfly" è stata tradotta in spagnolo per il Festival Puccini di Valencia ed è stata oggetto di una conferenza pubblica; un suo saggio su "Aida" ed uno su "Turandot" sono stati tradotti in turco e pubblicati a cura del Teatro d'Opera di Stato di Ankara. Nel 2002 è stato chiamato nuovamente a Tokyo, come regista al New National Theatre, per una nuova produzione di "Lucia di Lammermoor". La serata inaugurale è stata onorata dalla presenza delle Loro Maestà l'Imperatore e l'Imperatrice del Giappone. Nel 2004 "LaVoce Inc." di Tokyo lo invita al New National Theatre, per firmare la regia di "Lucia di Lammermoor", in una nuova edizione da rappresentarsi sempre al New National Theatre e da registrare e pubblicare in DVD. Protagonisti: Mariella Devia, Marcelo Álvarez, Renato Bruson, Carlo Colombara; direttore Stefano Ranzani. Il DVD è stato commercializzato nel 2005.

Travaglini web site