Home arrow sheherazade
Sheherazade - promozionale on-line PDF Stampa E-mail

 

 il Balletto del Sud presenta Sheherazade con CARLA FRACCI

la mitica Persia rievocata dallo spettacolo di FREDY FRANZUTTI in tuournée nazionale

 

prossime date

  • 1    Ottobre     2016, ore 21,00 Forlì - Teatro Diego Fabbri

  • 17  Novembre  2016, ore 21,00 Bologna - Teatro Duse

  • 20  Gennaio     2017, ore 21,00 Avellino - Teatro Carlo Gesualdo

 

 

Foto ad alta definizione
Click sull'immagine e attendere download


↑ Carla Fracci, La regina Thalassa


↑ Andrea Sirianni, l'attore protagonista dello spettacolo

↑ il Balletto del Sud, in Sheherazade

↑Carla Fracci e Carlos Montalvan 

FOTO ALTA DEFINIZIONE ADATTE ALLA STAMPA

 

 

 NUOVO VIDEO PROMO ↑

 


Fredy Franzutti ↑

INFORMAZIONI SPETTACOLO

 

Il Balletto del Sud, compagnia diretta da Fredy Franzuttti, uno dei più apprezzati coreografi nel panorama nazionale, prosegue la sua attività 2016 con “Shéhérazade e le mille e una notte” balletto in un atto su musiche di Nikolaj Rimskij-Korsakov, con la partecipazione straordinaria di Carla Fracci, un mito autentico della danza di ogni tempo.

Tre sono le date in programma che vedranno la divina Carla Fracci, nel ruolo di Thalassa, Regina degli Abissi:

 

  • 1    Ottobre     2016, ore 21,00 Forlì - Teatro Diego Fabbri

  • 17  Novembre  2016, ore 21,00 Bologna - Teatro Duse

  • 20  Gennaio     2017, ore 21,00 Avellino - Teatro Carlo Gesualdo

 


Un omaggio all’antica città siriana di Palmira con lo storico, grandioso balletto, «Shéhérazade e le mille e una notte», atto unico in cinque quadri ispirato ai racconti d’oriente di Antoine Galland, sulle esotiche melodie del compositore russo Nikolaj Rimsky-Korsakov.

Il «Balletto del Sud», che la critica ha definito «la migliore realtà italiana di un genere accademico narrativo» (Mario Pasi, Vittoria Ottolenghi e Michele Nocera), presenta uno spettacolo di danza e teatro con l'attore Andrea Sirianni, nel doppio ruolo di Shéhérazade e del Sultano, che introduce i quadri danzati e recita una poesia di Eugenio Montale, che fu amico di Carla Fracci. 

Nei ruoli principali si esibiscono: il danzatore  Francesco Sorrentino (Sindbad, il marinaio), i primi ballerini Nuria Salado Fustè (Zobeide) e Alessandro De Ceglia (il principe Assan) e, affianco a loro, tutti i solisti della compagnia: Alexander Yakovlev,  Martina Minniti, Ciro Iorio, Daniel Agudo Gallardo, Francesca Raule, Alice Leoncini, Stefano Sacco, Lucio Mautone, Beatrice Bartolomei, Federica Resta, Francesca Bruno, Luca Rimolo.

Il Sultano uccide le sue mogli dopo la prima notte di nozze, per evitare di essere tradito.
Ma la bella Shéhérazade rimanda la sua esecuzione grazie alle doti di narratrice, e incanta il Sultano con racconti fantasiosi e avvincenti intrecciandoli fascinosamente. Nella speziata partitura di Rimskij-Korsakov, un tema musicale ricorrente rappresenta la narrazione di Shéhérazade.

Lo spettacolo, che ha replicato con successo nei più importanti teatri e festival internazionali, propone una riflessione quanto mai attuale, forse doverosa, sulla gloriosa storia dei paesi arabi, sui fasti di Bagdad, sulla potenza e bellezza grandiosa delle terre siriane, non solo come esotismo di un qualsiasi “altrove”, ma come ammirazione per l’Oriente lontano.

Eterea, leggera, divina, signora della danza italiana e internazionale, la figura regale di Carla Fracci colpisce per la infinita saggezza espressiva e il carisma del suo gesto coreutico donando momenti di memorabile fascino.

 





 

 ↑Carla Fracci e Carlos Montalvan