Home arrow progetti arrow settimana della danza
settimana della danza - 2016 PDF Stampa E-mail
 

"Settimana della Danza" seconda edizione

Dal 28 Aprile al 1 maggio 2016

progetto di spettacoli, stage, conferenze e matinée per le scolaresche realizzato presso i CANTIERI TEATRALI KOREJA di Lecce con la direzione artistica di FREDY FRANZUTTI

 


 
 

 COMUNICATO

Dal 28 Aprile al 1 maggio 2016 il BALLETTO DEL SUD presenta la seconda edizione della "Settimana della Danza": un ampio progetto di spettacoli, stage, conferenze e matinée per le scolaresche realizzato presso i CANTIERI TEATRALI KOREJA di Lecce.


La direzione artistica del progetto è affidata a Fredy Franzutti, coreografo e direttore del Balletto del Sud, compagnia che ha raggiunto con successo il 21esimo anno di attività.
 
La “Settimana della Danza” ha come obiettivi il diffondere i nuovi linguaggi con spettacoli che affrontano soggetti e temi legati alla contemporaneità; l'approfondire gli stimoli visivi e musicali utilizzati negli spettacoli, mediante conferenze divulgative con contenuti umanistici, di storia dell'arte e della danza; il creare un nuovo pubblico per mezzo della sensibilizzazione di associazioni culturali presenti sul territorio e attraverso matinée per le scolaresche; la formazione specifica con la realizzazione di master class, stage e lezioni aperte.

Gli spettacoli presentati nel programma sono i “Carmina Burana” - nei giorni 28 Aprile e 1° Maggio alle ore 20.45 - e “Che ieri m’illuse, che oggi t’illude”, un omaggio a Gabriele D’Annunzio, con teatro – l’attore Andrea Sirianni interpreta testi e poesie del Vate di Pescara - e musica dal vivo:  flauto (Teobaldo Scardino) e arpa (Nunzia Del Popolo). Lo spettacolo è in scena il 29 e 30 Aprile alle ore 20.45.
Tutti gli spettacoli hanno delle matinée per le scolaresche a cui parteciperanno centinaia di studenti di scuola primaria e secondaria di Lecce e  provincia.

Protagonisti degli spettacoli sono: Nuria Salado Fustè, Alessandro De Ceglia, Alexander Yakovlev, Serena Ferri, Martina Minniti, Stefano Sacco, Federica Resta, Francesca Bruno, Lucio Mautone, Francesca Raule, Ciro Iorio, Beatrice Bartolomei, Alice Leoncini, Luca Rimolo, Daniel Agudo Gallardo

Nel ciclo di conferenze ci saranno degli incontri con Mariella Agostinacchio, docente di Storia dell'Arte presso il Liceo Artistico “Ciardo-Pellegrino” di Lecce, che, nei giorni 28 Aprile e 1°Maggio, introduce lo spettacolo “Carmina Burana” con un breve intervento dal titolo “L’arte gotica e le tenebre”.
Relativamente allo spettacolo su Gabriele D’Annunzio, “Che ieri M’illuse, Che oggi T’illude” , i giorni 29 e 30 Aprile, gli spettacoli sono introdotti dalla Prof. Sonia Schilardi, del liceo Classico Palmieri di Lecce, che presenta il mondo poetico del Vate di Pescara con un breve intervento dal titolo “D'Annunzio, tra divismo e inconfessate paure”.
Domenica 1° Maggio alle ore 19.00, nel foyer dei Cantieri Teatrali Koreja, ha luogo una conferenza con video-citazioni a cura di Rossella Battisti, critico di danza e teatro, dal titolo “José Limon, danza come etica” in cui si racconta del coreografo messicano e del suo stile possente e lirico capace di rappresentare il volto migliore dell’America libera, creativa, multiculturale.

Giovedì 28 e Venerdì 29 aprile, alle ore 19,00, sono previste, anche, dimostrazioni/spettacolo tenute dagli allievi più validi di alcune scuole di Danza del Salento e dagli allievi del Liceo Coreutico di Parabita (Le).

Nell'edizione 2016 le master-class sono tenute dalla danzatrice giapponese Miki Matsuse e dal coreografo e regista Micha Van Hoecke, che, dal 30 Aprile al 1°Maggio, incontrano gli studenti di danza in lezioni e laboratori coreografici.

Inoltre Nicoletta Manni (Prima ballerina al Teatro alla Scala di Milano, di origine salentina) e il coreografo Micha Van Hoecke sono i protagonisti di un incontro che ha luogo Sabato 30 Aprile, alle ore 19.30, nel quale raccontano la loro carriera ed il rapporto con l'arte della danza. Durante l'incontro, al quale saranno presenti allievi, insegnanti e appassionati, il Sindaco della città di LECCE Paolo Perrone, saluterà gli artisti e conferirà alla ballerina una targa riconoscimento per i suoi successi.

Il progetto “Settimana della Danza” è realizzato, in collaborazione con i Cantieri Teatrali Koreja, in occasione della giornata mondiale della danza, che si festeggia ogni anno il 29 Aprile, promossa dall'International Dance Council dell'UNESCO.

Costo biglietti spettacoli: posto unico € 15,00 - ridotto € 8,00 (under 30 - over 60 – universitari) - € 12,00 associazioni, scuole di danza e convenzioni attive.

Per info e prevendita:
Balletto del Sud
Via Attilio Biasco, 10 – Lecce
Tel. 0832 453556
************************
Cantieri Teatrali Koreja
Via Guido Dorso, 70 - Lecce
Tel. 0832 242000
***************************
Prevendita on line: www.ciaotickets.com


CLICK SULLE IMAGINI PER ALTA DEFINIZIONE  ↓

FREDY FRANZUTTI 




 

 

programma click sull'immagine ↑

 

 

 

 

Descrizione del progetto:

Gli spettacoli in programma sono: “Carmina Burana” e “Che ieri m'illuse, Che oggi t'illude" due tra le produzioni più contemporanee del repertorio della compagnia che, fondata dal coreografo Fredy Franzutti nel 1995, quest'anno festeggia il 21° anno di attività.

Gli spettacoli:

Giovedì 28 aprile ore 20,45
Domenica 1 maggio ore 20,45

 
  •      CARMINA BURANA


    produzione n° 21 del 2006

    balletto in un atto

    coreografia di Fredy Franzutti

    musiche di Carl Orff

    luci di Sabina Fracassi, Piero Calò

    durata:  1h e 20m

     
Il coreografo Fredy Franzutti, oggi uno dei più noti e apprezzati nel panorama nazionale, per creare la sua versione dei Carmina Burana prende come ispirazione quella originale del testo e realizza, con successo, una rappresentazione che ha per soggetto il traumatico passaggio dalla post-adolescenza alla maturità. Nel 1200, un gruppo di Clerici Vagantes prende coscienza che il mondo non funziona secondo le regole morali che gli sono state impartite; essi, investiti dallo spettacolo delle corruzioni, delle meschinità e delle ipocrisie della vita quotidiana, creano un gruppo che reagisce con il ribadire la necessità del comportamento secondo le regole della virtù, e che si tuffa, goliardicamente e sconsideratamente, a sperimentare la cinica libertà e la disincantata vita godereccia.

Tale soggetto è reso spettacolo realizzando le idee e le immagini fantastiche di quei giovani. Il mito del gotico tenebroso, citato dalla popolare musica di Carl Orff, evocativo del male, nella sua forma più superstiziosa, ci riporta a rappresentazioni di società moralmente corrotte, che con spregiudicatezza resistono alla paura della punizione divina.

Infatti tali canti rovesciano in modo ironico e divertito i temi e gli atteggiamenti della letteratura allora dominante: il vino, la donna, il gioco, i piaceri della vita sono spregiudicatamente esaltati da questa poesia che nasce in ambiente colto e usa a fini parodici i moduli del linguaggio ecclesiastico.

Come ha notato la critica lo spettacolo da la possibilità alla valida compagnia "Balletto del Sud" di mettere in evidenza i solisti e le qualità del coreografo Franzutti.



« Uno spettacolo dove la poesia diventa danza e la passione diviene forza comunicativa. Sicuramente una delle più belle e convincenti trasposizioni coreografiche del capolavoro di Orff. La genialità non è acqua fresca, e Franzutti ce lo dimostra ancora una volta»

Michele Nocera (Tutto Danza)


Danzano: Nuria Salado Fustè, Alessandro De Ceglia, Martina Minniti, Stefano Sacco, Federica Resta, Francesca Bruno, Alexander Yakovlev, Lucio Mautone, Francesca Raule, Ciro Iorio, Beatrice Bartolomei, Alice Leoncini, Luca Rimolo, Daniel Agudo Gallardo

 

prendi qui il tuo biglietto per il 28 aprile

prendi qui il tuo biglietto per il 1 maggio

FOTO ALTA DEFINIZIONE
Click sulla foto per download


foto di Fabio Serino

foto di Fabio Serino
 

 foto di Fabio Serino


 

 ALTRE FOTO ALTA DEFINIZIONE

 
video promo della spettacolo

Info e costi:
Spettacoli: biglietto: € 15,00 posto unico, € 8,00 ridotto, € 12 convenzioni attive. Per informazioni e prevendita: Cantieri Teatrali Koreja, Via Guido Dorso, Lecce - tel. 0832.242000 - Balletto del Sud, Via Biasco, 10, Lecce -  tel.0832.453556. Vendita on line su www.ciaotickets.com



Venerdì 29 Aprile ore 20,45
Sabato 30 Aprile ore 20,45

 

 CHE IERI M'ILLUSE,

CHE OGGI T'ILLUDE

 

recital di teatro, danza e musica in

omaggio a Gabriele D'Annunzio


regia e coreografie di Fredy Franzutti

musiche di Arthur Honegger, Pietro Mascagni, Jacques Ibert, Marc Berthomieu, Georges Bizét, François Naderman,  Michail I. Glinka, Claude Debussy, Christoph W. Gluck, Georg F. Händel e Camille Saint-Saëns


scene di Francesco Palma


attore: Andrea Sirianni

flauto: Teobaldo Scardino

arpa: Nunzia Del Popolo


i danzatori del Balletto del Sud

 

Serena Ferri, Nuria Salado Fustè, Alessandro De Ceglia, Martina Minniti, Stefano Sacco, Federica Resta, Francesca Bruno, Alexander Yakovlev, Lucio Mautone, Francesca Raule, Ciro Iorio, Beatrice Bartolomei, Alice Leoncini, Luca Rimolo, Daniel Agudo Gallardo


durata: 1h e 15m



Il Balletto del Sud, la nota compagnia di balletto diretta da Fredy Franzutti, presenta, in collaborazione con Teatri a Sud, uno spettacolo dedicato a Gabriele D'Annunzio nel quale la parola, la musica e la danza si integrano per celebrare uno dei principali poeti e drammaturghi del '900 italiano. 
La celebre frase di chiusura della lirica La Pioggia nel Pineto è intesa come paradigma descrittivo della poesia e poetica di Gabriele D'Annunzio.
L'illusione, per D'Annunzio, non è solo una opposta verità, ma è una prospettiva creativa e fantastica del reale. L'illusione della creazione e la metamorfosi sono le due direzioni nelle quali il lettore (e non il poeta) si perde, si smarrisce, vaga senza meta… "chissà dove, chissà dove".
 
Il reading-concerto "Che ieri m'illuse, Che oggi t'illude", ideato in omaggio al Vate di Pescara, presenta alcune pagine tratte dalle "Laudi del cielo, del mare, della terra, degli eroi" e brani dal romanzo "Il Fuoco", dedicato all'attrice Eleonora Duse.
 
La scelta dei brani ha avuto, come riferimento di ricerca, l'illusione di un recupero di emozioni o atmosfere smarrite e l'illusorio mondo della mitologia antica.
 
Anche l'amore è un'illusione, perché animato da una ninfa del teatro, luogo nel quale la realtà è solo una ricostruzione della realtà.
 
Le musiche, proposte dallo spettacolo in un atto, ora in assieme, ora alternate, ora raddoppiate alla voce attoriale (seguendo la struttura di un melologo) sono di autori vicini a D'Annunzio, come Debussy - del quale era amico e ammiratore - o di altri che incarnano lo spirito del Novecento o di altri ancora scelti per una diretta ispirazione al testo recitato, una sorta di colonna sonora in omaggio all'arte futurista del cinema che in quegli anni muoveva i primi successi.
 
La lettura è affidata alla voce del valido attore Andrea Sirianni, il flauto è suonato da Teobaldo Scardino, l'arpa da Nunzia Dal Popolo. Gli interventi coreografici sono affidati ai solisti del Balletto del Sud.
 
Una sintesi, emozionante e nostalgica di un secolo che fu, dove gli eroi e gli uomini si nutrivano di arte e cultura, si ispiravano alla forza degli elementi, contemplavano il vigore degli ideali, amavano di profonde passioni e morivano per fede.
 
"Così arte accostati ai grandi pensieri che son presso i fonti".
 
Lo spettacolo, per la sua inusuale concezione di integrazione delle arti, è stato replicato, con successo, in stagioni di musica di teatro e di danza.

 

FOTO ALTA DEFINIZIONE
Click sulle foto per download
foto di Paolo Giuri
 
 

Info e costi:
Spettacoli: biglietto: € 15,00 posto unico, € 8,00 ridotto,
€ 12,00 convenzioni attive. Per informazioni e prevendita: Cantieri Teatrali Koreja, Via Guido Dorso, Lecce -  tel. 0832.242000 Balletto del Sud, Via Biasco 10, Lecce -  tel. 0832.453556. Vendita on line su www.ciaotickets.com

 GABRIELE D'ANNUNZIO
 

 
 
 
 
 Video promo dello spettacolo ↑
 
 

 

 

LE CONFERENZE

 

Rossella Battisti
 


José Limon

 

  ← Rossella Battisti click sull'immagine per alta definizione

IL CRITICO...

 

• Domenica 1 maggio  alle ore 19.00, nel foyer dei Cantieri Teatrali Koreja, ha luogo una conferenza con video-citazioni a cura di Rossella Battisti dal titolo: "José Limon, danza come etica" nella quale si racconta la poetica del coreografo.

Rossella Battisti, entrata come critico di danza e teatro presso il quotidiano L'Unità nel 1986, vi è rimasta redattrice interna fino al 2014. Collabora dagli inizi anche per Danza&Danza.  La si trova sparsa inoltre per festival, su Raisat, in programmi di sala, all'Accademia Nazionale di Danza e all’Opera di Roma, dove cura appuntamenti sull’arte di Tersicore e incontri con i protagonisti della scena. Ha tradotto l’autobiografia di José  Limón, Memorie interrotte.
Appassionata di jazz e architettura d'interni (forma di danza immobile), ama i gatti rossi, le rose rosa e le tazze di té.

JOSÉ LIMÓN, DANZA COME ETICA

“Dopo una vostra danza, il mondo non deve essere più lo stesso”: in questa frase che José Limón amava ripetere ai suoi danzatori, c’è il patto stretto fra etica ed estetica. L’insegnamento più profondo e duraturo di uno dei padri fondatori della modern dance, nato in Messico nel 1908 ed emigrato negli Stati Uniti, dove dalla lezione di Doris Humphrey fece fiorire uno stile possente e lirico insieme, profondamente umanista. Capace di rappresentare il volto migliore dell’America libera, creativa, multiculturale.
 

 

 

 


 

LE PROF...

  Mariella Agostinacchio  

• Nei giorni 28 aprile, 1 maggio introduce i Carmina Burana un breve intervento a cura di Mariela Agostinacchio dal titolo: "l'arte gotica e le tenebre"

 

Mariella Agostinacchio, docente di Storia dell’Arte, si è laureata a Roma in Storia dell’Arte moderna presso la prima cattedra di Storia dell’Università agli Studi di Roma La Sapienza.  Perfezionatasi in Didattica Generale e Museale presso l’Università agli studi di Roma Tre, si è specializzata presso la Scuola di Biblioteconomia della Biblioteca Apostolica Vaticana. Studiosa e organizzatrice ad una serie di convegni e giornate di studio sui temi della storia dell’arte. Collabora alla rivista di Arte Contemporanea “Next”. Da settembre 2013 collabora stabilmente alla pagina culturale de l’Ora del Salento.


Sonia Schilardi

• Relativamente allo spettacolo su Gabriele D’Annunzio, “Che ieri M’illuse, Che oggi t’illude” , i giorni 29 e 30 Aprile, gli spettacoli saranno preceduti da un breve intervento della Prof. Sonia Schilardi, del liceo Classico Palmieri di Lecce, che ci introdurrà al mondo poetico del Vate di Pescara con un breve intervento dal titolo: “D'Annunzio, tra divismo e inconfessate paure”.

Sonia Schilardi, è laureata in Lettere classiche e dottore di ricerca in letterature e filologie. Alla sua attività di docente al Liceo Classico Palmieri ha sempre affiancato il lavoro di ricerca, in particolare sulla letteratura giocosa del Seicento (G. B. Marino e G. C. Cortese), e le traduzioni artistiche tra 700 e 800 (A. Conti traduttore di A. Pope e la Batracomiomachia nella versione di Leopardi). Ha realizzato progetti (Il silenzio del Novecento, L'anomalia) e iniziative per far conoscere e amare la letteratura italiana del Novecento (mattinate di studi su Bodini, allievo geniale e ribelle, P. P. Pasolini il dissenso della parola. La parola del dissenso) proponendo anche autori meno noti come Anna Banti. Per diversi anni si è occupata di cinema, in particolare del rapporto fra testo letterario e testo filmico e ha fatto parte della giuria per la selezione degli elaborati David Donatello giovani. Durante il congresso internazionale su Vittorio Bodini  (dicembre 2014) organizzato dal Centro studi Vittorio Bodini e dal dipartimento di Studi umanistici dell'università del Salento  ha proposto una comunicazione dal titolo I cromatismi nell'opera di Bodini. Le sue pubblicazioni sono apparse nella collana Biblioteca Barocca della casa editrice Argo, sulle riviste "La Rassegna della Letteratura italiana", "Otto/Novecento" .

 Matinée per le scolaresche

Tutte le mattine, da giovedì 28 a sabato 30 aprile, gli spettacoli sono rappresentati, alle ore 10,30, per le scolaresche.

LA SCUOLA A TEATRO
pdf progetto

Progetto che giunto alla ventiduesima edizione ha il duplice obbiettivo di essere strumento valido per la formazione di un nuovo pubblico (educato al teatro come luogo per apprendere e conoscere) e di favorire negli alunni l’integrazione e il potenziamento degli stili cognitivi, facendo conoscere nuove modalità per esprimere e decodificare i messaggi della comunicazione non verbale.Il progetto è finalizzato alla traduzione del linguaggio tersicoreo, dall’espressione corporea alle tecniche di animazione teatrale.

 

 

 


 

 ←  click sull'immagine per alta definizione

STAGE E LEZIONI

Sabato 30 Aprile e Domenica 1 Maggio, nella “Settimana della Danza” proposta dal Balletto del Sud, ha luogo uno stage di danza classica, tenuto dalla danzatrice giapponese Miki Matsuse, e un laboratorio coreografico tenuto dal regista e coreografo belga Micha van Hoecke, uno dei nomi più significativi della danza internazionale.

Programma delle lezioni:


sabato 30 Aprile

ore 10.15 - 11,30 classico corsi mini junior con Miki Matsuse (sede Balletto del Sud)

ore 16.30 - 18.00 classico intermedio con Miki Matsuse

ore 18.00 - 19.30 classico avanzato con Miki Matsuse


Domenica 1 Maggio

ore 10.00 - 11,15 classico corsi mini junior con Miki Matsuse (sede Balletto del Sud)

ore 11.15 - 12.45 classico intermedio con Miki Matsuse (sede Balletto del Sud)

ore 16.00 - 17.30 classico avanzato con Miki Matsuse

ore 17.30 - 19,00 laboratorio coreografico con Micha Van Hoecke


Costi promozionali per la partecipazione alla settimana della danza 2016:

  • 2 lezioni mini junior € 48 + 1 biglietto
  • 2 lezioni (danza classica inter. e ava.) + 1 biglietto spettacolo: € 60
  • 3 lezioni (2 danza classica + 1lab. coreografico inter. e ava.) + 1 biglietto spettacolo: € 80
  • 1 lezione laboratorio coreografico solo livello avanzato: € 30

per informazioni e iscrizioni: 0832.453556 –


Miki Matsuse

comicia a studiare danza classica nel 1977 a Tokyo con Kimiko Kuribayashi e Shuntoku Takaghi, e danza ai numerosi spettacoli come solista, (Lago dei cigni, Cenerentola, Corsaro, Le papillon, Don Quixote etc)  partecipando a stage e concorsi internazionali. Successivamente entra nella compagnia Gekidan Shiki di Keita Asari. Participa in varie produzioni come interprete principale e successivamente  come insegnante di danza classica. Entrata a far parte de "L’ensemble", compagnia diretta da Micha van Hoecke nel 1985. Per lei sono stati creati numerosi ruoli negli spettacoli: Cascade, Prospettiva Nievsky, La derniere dance?, Monsieur,monsieur, Dante Symphonie, Adieu a l’italie, Odissea blu, Orpheus, Pulcinella, Pelerinage, Pierrot Lunaire, La foresta in cantata, Il paradosso svelato, Sinfonia per una Taranta, Maria callas la voix des chose, Danse du sabre, La regina della notte, Le voyage, Salome, Baccanti e Claire obscure, Pathos. Con L’ensemble è stata ospite di numerosi festival internazionali come il Carton Festival a San Paolo e Rio De Janeiro (1989), il Festival delle notte bianche a San Pietroburgo e a quelli di Terrassa a Barcellona, di Caracas, di Città del Messico, di Bogota; Si è esibita inoltre a Mosca, Ulyanovsk e San Pietroburgo (2001), nella Grande Moschea della Cittadella del Cairo (2002), durante il Columbus Day a New York. Diviene poi assistente principale di Micha van Hoecke seguendo il maestro in tutta la sua carriera di direttore e coreografo.

Micha van Hoecke

Danzatore, coreografo, attore, regista: crede in un teatro totale, dove la danza si confonde con la musica, con il canto, con la recitazione per dare vita ad un’irripetibile opera d’arte. Nato a Bruxelles, il padre era un pittore belga, la madre una cantante russa e la zia materna una ballerina. Studia a Parigi con Olga Preobrajenskaia e, nel 1960, entra a far parte della Compagnia di Roland Petit. In questo stesso periodo svolge un’intensa attività come attore di cinema. Entra, quindi, a far parte del Ballet du XX siécle di Maurice Bejart di cui diventerà il fidato braccio destro. Nel 1979 è lo stesso Bejart a nominarlo direttore artistico del Centro Mudra, il prestigioso centro di formazione per artisti di Bruxelles. Nel 1981 è chiamato a curare le coreografie del film “Bolero” di Claude Lelouch. Quello stesso anno, con i migliori elementi del Mudra, fonda l’Ensemble Micha van Hoecke, la splendida compagnia, “unione di razze e di culture”, impeccabile interprete delle sue creazioni. Nel suo carnet non mancano le collaborazioni con interpreti straordinarie, quali Carla Fracci, Ute Lemper, Luciana Savignano, o con grandi registi, come Luca Ronconi, Liliana Cavani, Roberto De Simone, e con prestigiosi direttori d’orchestra; ma è soprattutto con Riccardo Muti che si è creato uno splendido sodalizio che ha dato vita a tanti capolavori. Ha creato coreografie per numerosi teatri e festival fra cui: Opera di Roma, Scala di Milano, San Carlo di Napoli, Festival d’Avignone. Dal 1990 è particolarmente intensa la sua collaborazione con Ravenna Festival, dove debutta anche come regista d’opera. Nel 1999 è nominato direttore del ballo e coreografo principale del Teatro Massimo di Palermo. Nel 2002, per I sette peccati capitali di Bertolt Brecht su musiche di Kurt Weill, riceve il Premio “Danza & Danza” 2002 per la migliore coreografia. Nel 2002 e nel 2003 è chiamato a realizzare le coreografie per la Stagione d’Opera del Teatro alla Scala di Milano. Crea le coreografie, realizzate dal suo Ensemble, per il Concerto di Capodanno 2005, trasmesso su Rai Uno in diretta televisiva dal Teatro la Fenice di Venezia. Dal 2005 al 2012 crea, sempre per l’Ensemble, numerosi  spettacoli di successo  per Ravenna Festival. Alle Terme di Caracalla nel 2011 firma regia e coreografia di Aida, nel 2013 Terra e Cielo, nel 2014 Verdi Danse e nel 2015 Carmina Burana con costumi di Emanuel Ungaro. Dalla Stagione 2010 fino al 2014 è stato Direttore del Corpo di Ballo del Teatro dell’Opera di Roma. Nel 2015 per Teatro Vittorio Emanuele di Messina crea “Comme un souvenir, La Pastorale di Beethoven” con la collaborazione di Teatro nazionale di Belgrado. 

  • Giovedì 28 e Venerdì 29 aprile, alle ore 19,00, sono previste, anche, dimostrazioni/spettacolo tenute dagli allievi più validi di alcune scuole di Danza del Salento e dagli allievi del Liceo Coreutico di Parabita (Le)


Nicoletta Manni, prima ballerina del Teatro alla Scala di Milano


 I PROTAGONISTI.

CONFERENZA E INCONTRO

Nicoletta Manni (Prima ballerina al Teatro alla Scala di Milano, di origine salentina) e il coreografo Micha Van Hoecke sono i protagonisti di un incontro, che ha luogo Sabato 30 Aprile alle ore 19.30, nel quale racconteranno la loro carriera ed il rapporto con l'arte della danza. Durante l’appuntamento, al quale saranno presenti allievi, insegnanti e appassionati, il Sindaco della città, Paolo Perrone, saluterà gli artisti e conferirà alla ballerina una targa riconoscimento per i suoi successi.

 

NICOLETTA MANNI

Nata in provincia di Lecce, a 13 anni viene ammessa alla Scuola di Ballo dell’Accademia Teatro alla Scala. Nel 2009, dopo essersi diplomata, riceve una proposta di contratto presso lo Staatsballett di Berlino, dove lavora per tre stagioni. Con la Scuola di Ballo dell’Accademia, partecipa a diverse produzioni e prende parte a produzioni del Teatro. Con lo Staatsballett partecipa a Les Sylphides, Il lago dei cigni e Lo schiaccianoci; Tchaikovsky, La Esmeralda; Caravaggio, Peer Gynt; Onegin e Romeo e Giulietta; prende parte anche a La Peri, La bayadère, Cenerentola, Spring. Nella primavera 2013 entra a far parte del Corpo di Ballo del Teatro alla Scala e debutta nel ruolo di Myrtha in Giselle. In Jewels di George Balanchine debutta nella coppia principale di Diamonds e come ballerina solista di Rubies.

Dall’aprile 2014 è Prima ballerina del Teatro alla Scala. In Serata Petit è tra gli interpreti principali di Pink Floyd Ballet e debutta in Le Jeune homme et la Mort. Nella tournée in Kazakhstan danza Kitri in Don Chisciotte di Rudolf Nureyev e interpreta anche la Regina delle Driadi. Debutta come protagonista in Romeo e Giulietta di Kenneth MacMillan.

Nello Schiaccianoci di Nacho Duato è Clara.

È tra gli interpreti principali di Cello Suites di Heinz Spoerli (marzo 2015) e, subito dopo, nel ruolo protagonista di Giselle. Nel corso del Gala per il 23° Festival Internazionale di Balletto di Lodz presenta Gran Pas Classique e il passo a due da Don Chisciotte; in Excelsior, debutta nel ruolo della Civiltà.

Per La bella addormentata nel bosco di Alexei Ratmansky riveste il ruolo della Fata dei Lillà e di Aurora.

E’ tra i protagonisti del  Gala des étoiles del 30 e 31 ottobre, con il passo a due da Don Chisciotte accanto a Ivan Vasiliev. Ottiene il Premio Danza&Danza come Interprete per la stagione 2014 e viene nominata Danzatore dell’anno 2014 dalla rivista online giornaledelladanza.com.

Unica italiana ad essere candidata al Premio Benois de la Danse 2015, si è esibita sul palco del Teatro Bol’šoj e, sempre nel 2015, viene nominata “Promessa” della danza dalla rivista specializzata tedesca “Tanz”. Nell’autunno 2015 debutta nel ruolo protagonista in L’histoire de Manon di Kenneth MacMillan. In Cinderella di Mauro Bigonzetti è la Fata Madrina e, in seguito, debutta nel ruolo di Cenerentola. Per la creazione di Massimiliano Volpini il giardino degli amanti è protagonista del ruolo femminile accanto a Roberto Bolle.

 

Programma dettagliato:


Giovedì 28 Aprile

  • ore 10.30 - Matinée per le scuole dello spettacolo "Carmina Burana".
  • ore 19,00 - Dimostrazione/spettacolo  degli allievi più validi di alcune scuole di Danza del Salento.
  • ore 20.45 - Introduzione allo spettacolo a cura della Prof.ssa Mariela Agostinacchio dal titolo: "L'arte gotica e le tenebre"
  • ore 21.00 - Spettacolo "Carmina Burana".


Venerdì 29 Aprile

  • ore 10.30 - Matinée per le scuole dello spettacolo "Che ieri m'illuse, che oggi t'illude..." recital di teatro danza e musica in omaggio a Gabriele D'Annunzio.
  • ore 19,00 - Dimostrazione/spettacolo degli allievi più validi di alcune scuole di Danza del Salento.
  • ore 20.45 - Introduzione allo spettacolo, a cura dalla Prof.ssa Sonia Schilardi, dal titolo: “D'Annunzio, tra divismo e inconfessate paure”.
  • ore 21.00 - Spettacolo ""Che ieri m'illuse, che oggi t'illude...".

Sabato 30 Aprile

  • ore 10.15 - 11,30 - Stage classico corsi mini junior con Miki Matsuse (sede Balletto del Sud).
  • ore 10.30 - Matinée per le scuole dello spettacolo "Che ieri m'illuse, che oggi t'illude..." recital di teatro danza e musica in omaggio a Gabriele D'Annunzio.
  • ore 16.30 - 18.00 classico intermedio con Miki Matsuse
  • ore 18.00 - 19.30 classico avanzato con Miki Matsuse
  • ore 19.30 - Incontro con Micha Van Hoecke e Nicoletta Manni.
  • ore 20.45 - Introduzione allo spettacolo a cura dalla Prof.ssa Sonia Schilardi dal titolo:“D'Annunzio, tra divismo e inconfessate paure”.
  • ore 21.00 - Spettacolo ""Che ieri m'illuse, che oggi t'illude...".

Domenica 1 maggio

  • ore 10.00 - 11,15 classico corsi mini junior con Miki Matsuse (sede Balletto del Sud).
  • ore 11.15 - 12.45 classico intermedio con Miki Matsuse (sede Balletto del Sud).
  • ore 16.00 - 17.30 classico avanzato con Miki Matsuse
  • ore 17.30 - 19,00 laboratorio coreografico con Micha Van Hoecke.
  • ore 19.00 - Conferenza con video-citazioni a cura di Rossella Battisti dal titolo: "José Limon, danza come etica".
  • ore 20.45 - Introduzione allo spettacolo a cura della Prof.ssa Mariela Agostinacchio dal titolo: "L'arte gotica e le tenebre".
  • ore 21.00 - Spettacolo "Carmina Burana".

 

 

 

IL LUOGO della settimana della danza 2016


 

  • programma di sala  SETTIMANA DELLA DANZA

IL BALLETTO DEL SUD

 Il Balletto del Sud, fondato nel 1995 a Lecce dal coreografo Fredy Franzutti, oggi uno dei più noti e apprezzati nel panorama nazionale, è composto da un organico di 16 solisti di diverse nazionalità, elevato livello tecnico, in grado di alternarsi nei ruoli principali. La compagnia vanta un repertorio di trentatrè produzioni comprendente i grandi titoli della tradizione classica e titoli moderni, coreografati da Fredy Franzutti e impreziositi, spesso dalla partecipazione di étoile ospiti. Le molteplici tournée nel territorio nazionale annoverano importanti teatri e festival per un totale di circa sessanta spettacoli ogni anno.
La compagnia partecipa a diversi eventi televisivi di Rai Uno, come le coreografie del “Concerto di capodanno 2004”, ed a produzioni d’opera lirica in Italia e all’estero. Dal 1997 realizza, ogni anno, una produzione nella Stagione Sinfonica dell’orchestra “Tito Schipa” di Lecce. Tra le tournée all’estero ricordiamo quella in Vietnam, nei teatri di Hanoi e Ho Ci Min City; al Teatro dell’Opera di Tirana in Albania; al Festival delle Culture Europee di Algeri. Nell’estate 2014 è stata protagonista del progetto Athene, tenutosi in Italia, Spagna e Croazia.
 « Il Balletto del Sud, compagnia non solo decisamente superiore alla media delle altre compagnie del nostro paese, ma qualitativamente molto meglio di quasi tutte le compagnie che importiamo dall’est. Una realtà grintosa, instancabile, concretamente stabile, che riesce a riempire i teatri » Vittoria Ottolenghi, L’Espresso

 info e costi:

Spettacoli: biglietto: € 15,00 posto unico, € 12,00 ridotto convenzioni attive, € 8,00 ridotto under 30 over 60.

Per informazioni e prevendita: Cantieri Teatrali Koreja, Via Guido Dorso, Lecce - tel. 0832.242000 - Balletto del Sud, Via Biasco 10, Lecce -tel.0832.453556. Vendita on line su ciaotickets.com

Stage: costo € 60,00 comprensivo di: 2 lezioni, biglietto per uno spettacolo e l’ingresso alla conferenza.
Biglietto per accompagnatori partecipanti allo stage: € 12,00 con il quale potranno assistere allo spettacolo della serata ed alla lezione.

 ASSOCIAZIONI CULTURALI che partecipano alla SETTIMANA DELLA DANZA:

  • FIDAPA  - Sezione di Lecce

  • UNIVERSITA' POPOLARE "A. VALLONE" - Galatina

MEDIA PARTNER


 
 

 GIORNALI IN LINE

    

   

 

 

 

 Patrons and Sponsors

 

 

  • VIDEO 

  • programma di sala

  • COMUNICATO CONFERENZA STAMPA

  • ARTICOLI