Home arrow eventi
Premio Castrum Minervae 2016 PDF Stampa E-mail

 A CARLA FRACCI IL PREMIO CASTRUM MINERVAE 2016

Immagini alta definizione click sull'immagine e attendere download
 ↑ locandina della serata


↑ Carla Fracci la regina della danza mondiale

 
↑ Livia Azzariti, conduttrice


↑ Fredy Franzutti, regista e coreografo

 

il 7 agosto un evento straordinario dedicato al mito di Minerva nella Piazza Vittoria di Castro

 l Comune di Castro presenta, domenica 7 agosto 2016, nella cornice di Piazza Vittoria, l'XIesima edizione del premio Castrum Minervae, spettacolo composito di danza, musica e teatro, interamente dedicato al mito della dea Minerva e alla mitologia, con la direzione artistica di Fredy Franzutti, oggi uno dei nomi più rilevanti dello spettacolo italiano.

L'evento celebrativo ha la finalità di premiare personalità del mondo della cultura e dello spettacolo, che hanno contribuito alla promozione della Regione Puglia o che si sono particolarmente distinte per il loro legame al territorio salentino. 


La serata, che prevede interventi di danza, teatro e musica con il tema comune del mito antico e della cultura classica, è condotta da Livia Azzariti, giornalista e conduttrice Rai.

Protagonisti sono i danzatori del Balletto del Sud, compagnia di balletto vero vanto della cultura pugliese nel mondo con i primi ballerini: Nuria Salado Fustè, Carlos Montalvan e Alessandro De Ceglia;  il noto attore Andrea Sirianni; la celebre performer Valentina Gullace accompagnata dalla pianista Vanessa Sotgiu e il flautista Teobaldo Scardino. E' inoltre prevista la partecipazione straordinaria del pianista Francesco Libetta.

 

Ricevono il premio Castrum Minervae 2016: il Dott. Luigi La Rocca, soprintendenza archeologica, belle arti e paesaggio per la provincia di Bari, PugliaPromozione Agenzia di Promozione turistica della Regione Puglia, la giornalista Carmen Mancarella direttrice della Rivista “Spiagge”.

 Carla Fracci viene conferito il Premio Speciale Castrum Minervae 2016. La regina della danza sarà presente nella cittadina di Casto e sarà protagonista dello spettacolo con una straordinaria partecipazione.

Alla serata, conisedrata uno dei maggiori eventi dell'estate salentina, parteciperanno numerose autorità politiche e della cultura.

Il premio Catrum Mnervae ottiene una rilevanza nazionale anche dopo il recente ritrovamento, nel luglio 2015, di una nuova statua di Minerva risalente al IV sec. a.c..

Ingresso libero, per informazioni: Comune di Castro 0836 947005 / Balletto del Sud 0832 453556.

 
↑ Carla Fracci la regina della danza mondiale

 
↑ Francesco Libetta, pianista e compositore

 

 PREMIO CASTRUM MINERVAE XI EDIZIONE
7 agosto 2016
descrizione e motivazioni


 pprodo rilevante della costa adriatica tra Otranto e Leuca Castro, già famoso per il suo patrimonio preistorico celato nelle celebri grotte Zinzulusa e Romanelli, ma anche per l’architettura medievale del centro storico, si è rivelato, a seguito delle ultime campagne di scavo, un sito di straordinaria rilevanza, crocevia strategico dove si sono avvicendate antichissime civiltà, che hanno attraversato l’età del bronzo, l’età messapica, ellenistica, quella romana e, infine, quella medievale, reperti e risultanze di notevole valenza che oggi trovano giusta collocazione all’interno del Museo Archeologico cittadino, inaugurato il 30 luglio 2016.


Negli anni delle prime indagini, il sito era noto solo per i suoi monumenti di età medievale, di cui rimaneva visibile l’imponente mole del Castello cinquecentesco, mentre era ancora senza conferma l’ipotesi di identificare quei luoghi con il famoso Castrum Minervae, ricordato dalle fonti letterarie, in primis l’Eneide di Virgilio.

Le recenti stagioni della ricerca archeologica, inaugurate a seguito del protocollo d’intesa siglato nel 2009 tra la Soprintendenza per i beni archeologici della Puglia, il Dipartimento di Beni Culturali dell’Università del Salento e il Comune di Castro, hanno dato contributi importantissimi e molte risposte a quelle che fino a ieri rimanevano ipotesi.

Gli scavi, diretti dal Prof. Francesco D’Andria dell’Università del Salento, a cui partecipano ricercatori e studenti dell’Ateneo salentino, tutt’ora in corso, stanno portando alla luce scoperte straordinarie che arricchiscono la conoscenza della storia del nostro territorio e completano sotto il profilo culturale l’offerta turistica.

Nel tratto compreso tra il bastione orientale e la porta principale dell’insediamento messapico è stata effettuata la scoperta più importante: insieme ai resti di un complesso cultuale, ipoteticamente riferito al Santuario di Atena testimoniata nelle fonti letterarie è stata dapprima rinvenuta una statuetta bronzea della dea Guerriera con elmo frigio e, nel 2015, il busto di una statua raffigurante la dea (IV sec. a.C.), di altezza superiore ai tre metri, proprio nell’area di scavo del Tempio a lei dedicato e che oggi fa bella mostra all’interno del museo archeologico, così come gran parte dei reperti che sono stati rinvenuti nelle ultime campagne di scavo.

L’amministrazione comunale di Castro continua a credere nell’importanza di valorizzare il patrimonio storico, culturale, identitario di un territorio intimamente proiettato sull’altra sponda del mediterraneo, consapevole che un’offerta turistica di qualità deve necessariamente coniugare il patrimonio culturale, con la sua fruizione e con la diffusione delle conoscenze.

Il PREMIO “CASTRUM MINERVAE”si inserisce in questo progetto, nella convinzione che si possa fare turismo e promozione del territorio e, quindi, economia, anche con la valorizzazione dei beni culturali che, fondamentalmente, è ciò che distingue e eleva il nostro territorio tra le mete più ambite.

L’idea del PREMIO CASTRUM MINERVAE, che rappresenta la manifestazione di punta della programmazione estiva del comune di Castro e anche quella che importa il maggior impegno economico, vuole essere, per l’appunto, vetrina e strumento di diffusione della conoscenza.

Si svolge ad agosto nel borgo antico di Castro, oggi valorizzato dai recenti interventi di restauro del Castello e di sistemazione al suo interno del Museo Archeologico.

Luogo dell’evento è precisamente Vittoria, dove si erge la maestosa ex cattedrale romanica e la cripta bizantina.

Giunto alla sua XI edizione, il premio è nato come riconoscimento di merito conferito a personalità che hanno saputo promuovere il territorio salentino, ma nelle ultime edizioni ha gradualmente acquistato, a seguito dei risultati delle campagne di scavo di cui si è detto poc’anzi, una connotazione più spiccatamente culturale, divenendo uno spettacolo originale e unico, perché non ripetibile in altri contesti e ogni anno diverso, dedicato alla storia e alla cultura classica, al mito di Minerva e degli abitanti dell’Olimpo.

E’ in altre parole una rappresentazione in cui si celebra l’arte classica, la danza, la poesia lirica, la musica, il teatro, la letteratura, la storia.

L’edizione di quest’anno si terrà il 7 agosto, dalle ore 21:00, e vedrà la partecipazione di musicisti, attori e ballerini del “Balletto del Sud”, diretti dal coreografo Fredy Franzutti, che racconteranno, con la recitazione e mediante suggestive coreografie, i miti e le leggende del mondo antico in un susseguirsi di scene fantastiche ed emozionanti.

Il riconoscimento, coerentemente all’idea originaria, è pertanto assegnato a personalità del mondo della cultura classica, della archeologia, del giornalismo e dell’imprenditoria che si sono particolarmente distinte per il loro legame al territorio salentino e ne hanno promosso l’immagine positiva all’esterno del confini regionali e nazionali.

Madrina e conduttrice della serata è la bella e talentuosa Livia Azzariti, ospite d’eccezione la grandissima Carla Fracci, icona di eleganza e di stile della donna contemporanea.
 


Andrea Sirianni, attore
 
 
↓Teobaldo Scardino, flauto
 
Valentina Gullace, perfomer