Home arrow last news arrow Romeo e Giulietta al Teatro Olimpico

SPETTACOLI STAGIONE 2017/2018 ↓

Home
spettacoli
eventi
danze nelle opere
la compagnia
coreografo
la scuola
associazione
calendario
stories
last news
video
progetti
Dove siamo
audizione
trasparenza
area vendita

scegliete qui lo spettacolo
per il vostro teatro o festival
stagione 2017/2018 ↓


World Dance Trophy
Romeo e Giulietta al Teatro Olimpico PDF Stampa E-mail
 

COMUNICATO:

IL ROMEO E GIULIETTA, DEL BALLETTO DEL SUD,
 AL TEATRO OLIMPICO DI ROMA


Martina Minniti, Alexander Yakovlev, Alessandro De Ceglia, Stefano Sacco i protagonisti dello spettacolo

FOTO ALTA DEFINIZIONE
clik sulle foto per download


Martina Minniti e Alexander Yakovlev ↑

 
↑ Scena della Festa


↑ Il ballerino campano Stefano Sacco

Il Balletto del Sud presenta, Giovedì 20 e Venerdì 21 Aprile - alle ore 21:00 - al Teatro Olimpico di Roma, il balletto in due atti  “Romeo e Giulietta”, basato sull'omonima tragedia di William Shakespeare con le coreografie di Fredy Franzutti e musiche di Sergeij Prokof'ev.

Un  ritorno,  quello del Balletto del Sud, che, dopo il successo dello scorso anno con lo spettacolo " Le quattro stagioni", è nuovamente protagonista del Festival Internazionale della Danza di Roma, della Filarmonica Romana e del Teatro Olimpico, manifestazione con la direzione artistica di Lucia Bocca Montefoschi e Matteo D’Amico. 

La tragedia di William Shakespeare, Romeo e Giulietta, è sicuramente una delle storie d'amore più popolari di ogni tempo e luogo. La vicenda dei due amanti di Verona ha assunto nel tempo un valore simbolico, diventando l'archetipo dell'amore perfetto ma avversato dalla società.

La compagnia Balletto del Sud, oggi una delle più note e apprezzate nel panorama nazionale, presenta la sua versione del balletto Romeo e Giulietta, sulla trama della tragedia di Shakespeare e sull'omonima partitura di Sergej Prokofev. Il coreografo Fredy Franzutti crea il balletto per la sua compagnia nel 1998 riscuotendo successo di pubblico e critica, sia per la parte coreografica che per quella visiva: le scene (realizzate da Francesco Palma) sono tratte dai dipinti di Giotto, Piero della Francesca e Cimabue e ci introducono in un mondo illustrativo bidimensionale, sospeso e fluttuante. I costumi sono ricostruttivi dell'età medioevale italiana, nella quale Franzutti pone l'ambientazione della vicenda.
Il fascino arcaico del medioevo è stato considerato uno dei punti di forza della produzione.

Danzano i ruoli principali: Martina Minniti (Giulietta), Alexander Yakovlev (Romeo), Alessandro De Ceglia (Tebaldo), Stefano Sacco (Mercuzio), Serena Ferri (la nutrice), Andrea Sirianni (Capuleti), Federica Resta (Madonna Capuleti), Nuria Salado Fusté (Rosalina), Valerio Torelli (Benvolio) e Lucio Mautone (Frate Lorenzo).
Accanto a loro, sul palco, nei ruoli del popolo, nobili e cortigiane: Beatrice Bartolomei, Francesca Bruno, Alice Leoncini, Francesca Raule, Federica Scolla, Elia Davolio e Francesco Rovea, emblemi di una soldida realtà che colleziona successi in Italia a all'etsero divenendo punto di riferimento per la danza nel meridione.

Per info:
Teatro Olimpico
Piazza Gentile da Fabriano, 17
Roma
Tel.:063265991
Costo biglietti:

Poltronissima: intero €  34.00 - ridotto  €   24.00
Poltrona/balconata: intero €     28.00 - ridotto €   20.00
Galleria:  intero €    23.00- - ridotto €   16.00
Bambini 4-14 anni:  Ridotto €     15.50

Botteghino del Teatro Olimpico
Orario: tutti i giorni dalle ore 10:00 alle ore 19:OO
Tel.  063265991
E-mail:
Chiamando il Botteghino è possibile anche acquistare con Carta di Credito Visa, MasterCard o American Express (commissione aggiuntiva: € 1 a biglietto).

Vendita on line:

acquista on line per giovedì 20

acquista on line per venerdì 21

Lo spettacolo continua la sua tournèe nel 2017 in diversi teatri:

  • 29 e 30 aprile - ore 21.00 - Cantieri Teatrali Koreja di Lecce

 « Romeo e Giulietta, un titolo che ben esemplifica le caratteristiche della compagnia pugliese: da vent'anni realtà del balletto tra le più complete, serie e attive sul territorio nazionale, con felici incursioni internazionali e una presenza nella regione natale che non ha paragoni per l'opera di diffusione dell'arte della danza.» Valentina Bonelli - Danza&Danza