Home

SPETTACOLI STAGIONE 2017/2018 ↓

Home
spettacoli
eventi
danze nelle opere
la compagnia
coreografo
la scuola
associazione
calendario
stories
last news
video
progetti
Dove siamo
audizione
trasparenza
Eventi recenti
sabato 25 novembre
Lo Schiaccianoci - Firenze

venerdì 1 dicembre
Lo Schiaccianoci - Lecce (doppio spettacolo)

sabato 2 dicembre
Lo Schiaccianoci - Lecce (doppio spettacolo)

domenica 3 dicembre
Lo Schiaccianoci - Lecce

Calendario
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
30311 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 1 2 3
area vendita

scegliete qui lo spettacolo
per il vostro teatro o festival
stagione 2017/2018 ↓


World Dance Trophy
visitatori
Abbiamo 4 visitatori online
last news
lo schiaccianoci tournèe 2017/2018

COMUNICATO:
Lo Schiaccianoci del Balletto del Sud in tournèe da Novembre a Gennaio.
Tutte le date con l'Orchestra di Stato Ungherese.


Foto ad alta definizione
Click sull'immagine e attendere download



 


Altre FOTO ALTA DEFINIZIONE

VIDEO SPOT

INFORMAZIONI SPETTACOLO

 

Il Balletto del Sud, presenta in tournèe nazionale una bellissima e intrigante versione de "Lo Schiaccianoci" firmata dal coreografo Fredy Franzutti e dedicata al genio del regista e drammaturgo statunitense Tim Burton.
La popolare musica di Piotr Il'Ic Caikovskij è eseguita dall'Orchestra di Stato Ungherese "Alba Regia Symphonic Orchestra" diretta da Árpád Nagy.
 L'orchestra (35 elementi di alta qualità) seguirà il Balletto del Sud per tutta la tournée creando un vero evento per la danza in Italia.

Lo Schiaccianoci di Fredy Franzutti, una produzione del 1997 più volte riallestita in questi vent'anni, riprende la sua tournée 2017-2018 dal teatro Verdi di Firenze il 25 Novembre alle ore 20,45 per poi continuare in diversi Teatri Italiani fino al 5 gennaio.


l sogno di Clara, la battaglia dei topi, il viaggio fantastico, vengono narrati nella favola natalizia di Cajkovskij, ideata sul racconto di Hoffmann "Il principe Schiaccianoci ed il Re dei topi". Lo spettacolo di Fredy Franzutti, coreografo tra i più apprezzati nel panorama nazionale, coniuga, con efficacia, le testimonianze della messa in scena originaria di Petipa - Ivanov (primi coreografi de "Lo Schiaccianoci) ad un impianto drammaturgico ispirato al mondo gotico del regista Tim Burton ricostruito da sontuose scene e spettacolari costumi. 
I bellissimi temi musicali che si animano con le scene di festa sotto l'albero di Natale, fanno del balletto un titolo particolarmente amato dal pubblico, anche da quello molto giovane, per il suo richiamo alle calde atmosfere familiari natalizie.

Interpreti di Schiaccianoci, sono i ballerini del Balletto del Sud, una solida realtà internazionale che colleziona, dal 1995 - anno della fondazione, successi nelle numerose tournée italiane ed europee. Danzano i ruoli principali: Martina Minniti (Clara), Alexander Yakovlev (Principe Schiaccianoci), Carlos Montalvan (Drosselmeyer), Nuria Salado Fustè (la regina della Neve).

Negli altri ruoli e nelle scene di gruppo danzano: Beatrice Bartolomei, Ovidiu Chitanu, Lucia Colosio, Elia Davolio, Chie Deshimaru, Alice Leoncini, Lucio Mautone, Federica Resta, Gabriele Togni, Valerio Torelli, Bianca Cortese, Camino Llonch, Federica Scolla, Fabiana Serrone, Giuseppe Stancanelli, Giorgia Bergamasco, Arianna Cinieri, Alessandra Buffelli, Sara Campa, Graziana Chiloiro, Naomi Margheriti, Luana Panico, Francesca Panzera.

Tra le numerose date ricordiamo quelle dal 30 novembre al 3 dicembre realizzate nel Teatro Comunale Apollo di Lecce, dove la compagnia diviene residente, nella stagione 2018, con un numero di spettacoli con cadenza mensile.

Il critico Vittoria Ottolenghi così scrisse dello spettacolo su L'Espresso nel 2001:

«In piena crisi del balletto classico puro, evidentemente c’è ancora, in certe civilissime città italiane del sud, una vocazione alla cultura della danza e ai suoi titoli più famosi, da Lecce parte, infatti, uno degli Schiaccianoci più belli e interessanti del nostro paese.Questa compagnia, ha già creato nuove versioni di altri due famosi “classici” dell’Ottocento: “Il Lago dei Cigni” e “La Bella Addormentata nel bosco”, con analogo successo. I danzatori sono di alta qualità e sembrano 180 - tanto il palcoscenico è sempre pieno dei tradizionali “ospiti” alla festa di Natale, di Topi malefici, di dolci Fiocchi di neve, che accompagnano la partenza per il grande viaggio onirico della giovane Clara e del suo Principe Schiaccianoci; e poi di bambole dei più vari paesi, di pupazzetti, di burattini animati. A parte ogni altra considerazione, questo Schiaccianoci è un miracolo di trucchi scenografici, di scene a trasformazione, dal respiro regale. Non solo è molto meglio di tutti i prodotti del genere che importiamo dall’est durante le feste natalizie, ma non ha nulla da invidiare a molte griffate edizioni del nord Europa. Il tutto con una garbata compagnia privata e l’astuzia consumata di uno tra i più giovani e colti direttori e coreografi d’Italia: Fredy Franzutti che firma il suo schiaccianoci a 26 anni (nel 1997) e lo dedica al regista statunitense, visionario e noir, Tim Burton.
La novità più interessante del racconto - che comunque segue quello originario di E.T.A. Hoffmann, più che la sintesi fiorita di Alexandre Dumas - è quella di aver fatto di Clara, un’adolescente amaramente sola e trascurata, perfino a Natale, da una Madre bella e gaudente, che si ostina a considerarla una bambina, adatta a pochi regalucci infantili, e che ancora la spedisce a letto subito dopo cena. Il regalo dell’ospite misterioso, Drosselmeyer - è uno strano Schiaccianoci in forma di soldato, che si trasforma in un bellissimo Principe. E’ lui che sgominera’ i topi lascivi e feroci, che minacciano Clara nel sogno, e che la porterà nel paese dei dolci e dei giocattoli animati, ospiti d’onore al tripudio finale: l’amore, chissà, forse, le nozze. Naturalmente “tutto era un sogno”. Ma non tanto. Perché - d’accordo - il bel Principe scompare, al mattino, ma Clara è diventata donna. E la bella madre arriva da lei pentita con il dono finale “giusto”. Un bell’abito da sera in velluto, degno di una vera “signorina”.
E tutti, grandi e bambini, se ne tornano a casa felici e contenti.»

 

Le date della Tournée:

  • 25 Novembre 2017, ore 20.45 Teatro Verdi di Firenze

  • 30 Novembre 2017, ore 10.00 Teatro Apollo di Lecce (matinée)
  • 1 dicembre 2017, ore 20.45 Teatro Apollo di Lecce (doppio spettacolo)

  • 2 dicemmbre 2017, ore 20,45 Teatro Apollo di Lecce (doppio spettacolo)

  • 3 dicembre 2017, ore 18,00 Teatro Apollo di Lecce 

  • 8 dicembre 2017, ore 21,00 Teatro Team di Bari 

  • 10 dicembre 2017, ore 19,00 Teatro Verdi di San Severo 

  • 13 dicembre 2017, ore 20,30 Teatro Comunale di Ortona 
  • 14 dicembre 2017, ore 21,00 Teatro Comunale di Teramo

  • 15 - 16 - 17 -18 Dicembre 2017, ore 21,00 Teatro Comunale di Caserta 

  • 21 dicembre 2017, ore 21,00 Teatro Verdi di Pisa 

  • 30 dicembre 2017, ore 21,00 Nuovo Teatro Verdi di Brindisi 

  • 5 gennaio 201, ore 21.00 Teatro Comunale di Sulmona 

 



 
Romeo e Giulietta


 a tragedia di William Shakespeare, Romeo e Giulietta, è sicuramente una delle storie d'amore più popolari di ogni tempo e luogo.
La vicenda dei due amanti di Verona ha assunto nel tempo un valore simbolico, diventando l'archetipo dell'amore perfetto ma avversato dalla società.Il Romeo e Giulietta del Balletto del Sud è stato trasmesso integralmente da Rai due la notte di Natale 2010 e più volte da Rai Uninettuno.

prossime date:

  • 27 luglio 2017, ore 21.00 - Anfiteatro D'Annunzio di Pescara
  • 11 Agosto 2017, ore 21.30 - Piazza Castello di Andrano (Le) Itinerario Danza
  • 12 Agosto 2017, ore 21,30 - Anfiteatro Romano di Lecce - Itinerario Danza
    Leggi tutto...
     
    << Inizio < Prec. 1 2 3 Pross. > Fine >>

    Risultati 11 - 11 di 11


    Classes in Glass
    Itinerario Danza - progetto per i centri storici
    Antonio Galateo
    che ieri mi illuse
    Lo Schiaccianoci
    la giara
    le quattro stagioni
    la bella addormentata
    Serata Stravinskij
    sheherazade
    Carmen
    romeo e giulietta
    stories

    Il Balletto del Sud realizza gli interventi coreografici della popolare opera di Georges Bizet: Carmen. Lo spettacolo, prodotto dal Teatro Politeama di Catanzaro e dal Teatro F. Cilea di Reggio Calabria, presenta la regia di Flavio Trevisan e le coreografie di Fredy Franzutti. L’orchestra è diretta da Guillaime Tourniaire, le scene sono firmate da Alfredo Troise i costumi di Eugenio Gerardi.