SERATA STRAVINSKIJ

prima parte: L’UCCELLO DI FUOCO
coreografie di Fredy Franzutti
musiche di Igor Stravinskij
scene di Francesco Palma
durata: 45 minuti

seconda parte: LA SAGRA DELLA PRIMAVERA
coreografie di Fredy Franzutti
musiche di Igor Stravinskij
scene di Ezechiele Leandro
durata: 35 minuti

L’Uccello di Fuoco
La Sagra della Primavera

Il programma accosta due capolavori musicali di Igor Stravinskij
in occasione dei 50 anni dalla morte del compositore.

Il Balletto del Sud propone il programma con coreografie di Fredy Franzutti, direttore della compagnia, coreografo italiano di agile eclettismo, fra i più conosciuti e apprezzati in Italia e all’estero.

Il soggetto dell’Uccello di Fuoco (1908) è un’antica favola Russa che racconta l’avventura del principe Ivan che, grazie all’aiuto del magico uccello dalle piume di fuoco, salva la bella Zarievna, una principessa prigioniera del terribile mago Katscheij.

L’Uccello di Fuoco è realizzato in una speciale rivisitazione ispirata ai racconti di Robert Howard (1906 – 1936), scrittore statunitense considerato uno dei padri della moderna heroic fantasy e grande interprete del romanzo d’avventura. Il suo personaggio di maggior successo è Conan, il barbaro.

Franzutti si ispira al tratto grafico delle trasposizioni in fumetti di Frank Frazetta per la ricostruzione di scene e costumi e per caratterizzare i personaggi della storia, che si riscrive – con analogie – nella favola russa che ha ispirato Stravinskij.

Conan, l’impavido guerriero, impersonato da Arnold Schwarzenegger, è anche un film di avventura fantasy degli anni ’80 con la regia John Milius.
Il Balletto del Sud ha avuto il privilegio di avere Lindsay Kemp, il grande mimo e attore inglese, ad evocare la feroce e stravagante immagine del cattivo mago Katscheij.

La Sagra della Primavera (1913) è considerata unanimemente una meraviglia della cultura del ‘900 europeo. Dalla prima edizione ad oggi diversi coreografi si sono misurati con il brano ricco di suggestive e violente sonorità.
Il coreografo traspone geograficamente la vicenda dell’eletta, scelta in sacrificio, nel retrivo e arcaico meridione di Italia, dove gli echi del rapporto con la cultura ortodossa hanno lasciato solchi ancora percepibili.
Sul naturale accostamento del soggetto originale al fenomeno del Tarantismo (manifestazione isterica convulsiva provocata dal morso di ragni), che vedeva la donna punta dalla tarantola danzare fino allo sfinimento per esorcizzare il male del veleno, si basa la drammaturgia del nuovo balletto che trova riferimenti e citazioni nella cultura etnica e popolare.

La produzione è impreziosita dalle scene tratte dai dipinti del pittore salentino, visionario e irregolare, Ezechiele Leandro (1905-1981).

Serata Stravinskij è un programma di balletto che diffonde, al grande pubblico, un repertorio storico di eccezionale importanza.
Lo spettacolo si arricchisce di scene a trasformazione e spettacolari costumi per L’Uccello di Fuoco, e di essenzialità contemporanee per “La Sagra della Primavera”.

NEXT SHOW

Serata Stravinskij – Spot

Lo spettacolo si compone in due parti:
L’Uccello di Fuoco (op n°24 FF/2007)
e La Sagra della Primavera (op n°32 FF/2013)