L’Uccello di Fuoco riscritto nel mondo fantasy di Robert Howard

La produzione del 2007 che ha coinvolto Lindsay Kemp

Il coreografo Fredy Franzutti omaggia il compositore russo, nel cinquantenario della morte, portando in scena “L’Uccello di fuoco” in una versione Fantasy che traduce i personaggi dell’antica favola russo con una propettiva strorytelling da fumetto.

“L’Uccello di fuoco”, messinscena del Balletto del Sud creata nel 2007 dal coreografo Fredy Franzutti, direttore della compagnia, per il noto mimo inglese Lindsay Kemp (1938 – 2018), interprete del terribile mago Katscheij, ruolo affidato adesso a Carlos Montalván e Andrea Sirianni, che hanno studiato il personaggio con lo stesso Kemp, e che ne conservano la gestualità e il carattere.

Franzutti ambienta l’opera nei racconti di Robert Howard (1906 – 1936), uno dei padri della heroic-fantasy e creatore di “Conan, il barbaro” e si ispira per le scene (realizzate da Francesco Palma), le ambientazioni e i costumi al tratto grafico delle trasposizioni in fumetti di Frank Frazetta (1929 – 2010).

Conan, l’impavido guerriero, impersonato da Arnold Schwarzenegger, è anche un film di avventura fantasy degli anni ’80 con la regia John Milius.

Creato dunque dallo scrittore Robert E. Howard nel 1932, il personaggio di Conan divenne famosissimo negli anni ’60  grazie anche ai fumetti e ai disegni di Frank Frazetta. Nel 1966 la pubblicazione integrale  dei racconti di Conan in una serie di 12 libri: nobilitati dalle splendide copertine dell’artista Frank Frazetta ne accrebbe la popolarità e contribuì al lancio definitivo del genere heroic fantasy in tutto il mondo.
“Frazetta è stato certamente una maestosa ispirazione per tutti noi…Lui è l’alto sacerdote di Conan, e per me è stato più importante di quanto non lo fossero stati i libri di Conan.” (John Milius regista di Conan il barbaro).

Robert Howard 

Lo scrittore statunitense Robert Ervin Howard  (22 gennaio 1906 –  11 giugno 1936) è stato uno dei  creatori dello stile l’heroic fantasy. Ha cominciato a scrivere all’età di  9 anni, raggiungendo il successo a 23 anni pubblicando in  riviste e giornali, ottenendo consensi  in diversi  generi letterari . Il suo personaggio di maggior successo è Conan il Barbaro che conta un ciclo di 22 opere, tra racconti e romanzi.  Le sue opere tuttavia,  non sono mai appase in forma di romanzo fino alla sua morte all’età di 30 anni per suicidio.  La vita di Howard così tristemente breve, è inscindibile dalla sua opera, lo scrittore è considerato come il padre di quel sottogenere fantastico che fu definito da Fritz Leiber Sword and sorcery.

NEXT SHOW

Acquista biglietto ↑

Acquista biglietto ↑

Acquista biglietto ↑

Acquista biglietto ↑