https://www.ballettodelsud.it/wp-content/uploads/2024/01/gaite_parisienne_18-scaled.jpg

Il brillante spettacolo dedicato alla Parigi della Belle Époque
in tournée in Puglia ed Emilia-Romagna.

Gallery HD, click on the pictures for download

Dal 6 gennaio al 13 Febbraio 2024 è in tournée il Balletto del Sud di Fredy Franzutti con Gaîté Parisienne, balletto in un atto dedicato alla Parigi della Belle époque, su musiche di Jacques Offenbach.

Il Balletto del Sud presenta, per augurare gioiosamente il nuovo anno, sabato 6 gennaio alle 18.00 al Teatro Apollo di Lecce e successivamente in tournée: il balletto in un atto Gaîté Parisienne con le coreografie di Fredy Franzutti sulle note del tedesco Jacques Offenbach che compose i brani brillanti dedicandoli alla spumeggiante Parigi del XIX secolo.

Lo spettacolo procede per quadri e ricrea le atmosfere della Belle Époque, periodo dorato nel quale Parigi era capitale assoluta della cultura e della mondanità, e la frenesia esortava la creatività di una società impaziente del nuovo secolo in arrivo.
Le invenzioni meccaniche, le esposizioni universali, l’elettricità – che si percepiva come adrenalina collettiva ed economica – hanno anche generato la libertà dei costumi di una società che accoglieva con ottimismo l’età del progresso, facendo divenire l’ammiccante e sfrenata sensualità delle spigliate Cancaneuses l’emblema dell’emancipazione e dell’entusiasmo per il futuro della collettività.

La provocazione erotica diviene simbolo del momento storico ed estetico – ritratto abilmente da Toulouse-Lautrec (1864 – 1901) –  portando con sè una rapida emancipazione sociale della donna, che è protagonista nei teatri, nei caffè, nei locali con il ruolo di Chanteuse, attrice, Cancaneuse, ballerina, modella, acrobata. Una figura sociale nuova che padroneggia un ruolo subalterno e allo stesso tempo dominante. La società parigina, inoltre, nel desiderio di centralità europea apprezzava l’apertura alle diversità delle classi sociali e favoriva l’integrazione con le comunità straniere e migranti accettate per fascino d’esotismo. La “Parigi Bohème”, termine usato e diffuso in questo periodo, nasce per descrivere lo stile di vita non convenzionale degli artisti, scrittori, musicisti e attori marginalizzati e impoveriti in un continuo confronto e convivenza con le classi borghesi e di residuo nobiliare.

Sfrenati can can, polke, mazurke e walzer per intrattenere nobili e borghesi, in una spensierata ed eccitante Gaîté Parisienne.
Franzutti crea la progressione coreografica rielaborando il genere di spettacolo inserendo citazioni dal cinema e dal cabaret, varietà in voga al momento, e omaggiando il Maestro Lindsay Kemp con il quale ha più volte collaborato. Nello spettacolo troviamo anche  inserita una ricostruzione del passo a due Le Papillon (1860, sempre su musiche di Offenbach) che fu creato da Maria Taglioni, la grande ballerina romantica, per la sua allieva prediletta Emma Livry.

Le scene a trasformazione, che ricostruiscono saloni ed esterni parigini, sono dipinte da Francesco Palma. I costumi sono ricostruiti da pitture e immagini dell’epoca.

Protagonisti sono: Nuria Saldo Fustè, Matias Iaconianni, Alice Leoncini, Ovidiu Chitanu i solisti e il corpo di ballo del Balletto del Sud, una solida realtà internazionale che colleziona, dal 1995 – anno della fondazione, successi e riconoscimenti nelle numerose tournée italiane ed europee.

Lo spettacolo replica nel 2024:
il 6 gennaio al Teatro Apollo di Lecce
il 14 gennaio al Teatro Municipale di Piacenza
il 28 gennaio al Teatro Verdi di San Severo (Fg)
il 13 febbraio al Teatro Umberto Giordano di Foggia

Gaîté Parisienne – Spot

spettacolo in un atto
produzione n°46 FF 2023
durata: 1h, 20 minuti

ALL NEXT SHOW

acquista biglietto ↑

acquista biglietto ↑

partecipa al matinée ↑

tutti gli spettacoli 2024 ↑