Fredy Franzutti

Il coreografo Fredy Franzutti

Coreografo italiano di agile eclettismo, fra i più conosciuti e apprezzati in Italia e all’estero, ospite di diverse realtà di prestigio internazionale fonda nel 1995, a Lecce sua città natale, il “Balletto del Sud”.

Crea un repertorio di più di 40 spettacoli per la compagnia che dirige, oggi considerata una delle migliori italiane con un linguaggio di genere che spazia dalla ricerca del contemporaneo, alla rivisitazione moderna dei classici, fino ai laboratori di ricostruzione filologica dei “balletti perduti”.

Crea un vasto repertorio di spettacoli per la compagnia che dirige, oggi considerata una delle migliori italiane con un linguaggio di genere che spazia dalla ricerca del contemporaneo, alla rivisitazione moderna dei classici, fino ai laboratori di ricostruzione filologica dei “balletti perduti”.

Franzutti crea spettacoli per il Teatro “Bolscioj” di Mosca, per il Teatro dell’Opera di Roma (6 diverse produzioni su invito di Carla Fracci), per il Teatro dell’Opera di Sofia (del quale e coreografo residente dal 2019 al 2021), per l’Opera di Montecarlo, per l’Opera di Bilbao, per l’Opera di Tirana, per l’Opera di Magdeburg e per diversi eventi di Rai Uno come le danze del Concerto di Capodanno 2004 trasmesso dal Teatro La Fenice di Venezia in Eurovisione e per altre emittenti nazionali.

Cura le danze di opera di produzioni realizzate in Francia, Spagna, Russia e numerose in Italia tra queste ricordiamo quelle al R.O.F di Pesaro, alle terme di Caracalla (Aida), al Teatro Lirico di Cagliari, al Bellini di Catania, al Petruzzelli di Bari e nei teatri di Catanzaro, Reggio Calabria, Fano, Piacenza e Ferrara.
Lavora a fianco di Beppe Menegatti per la ricostruzione di balletti perduti.
Crea appositamente spettacoli ed eventi per inaugurazioni. Danzano sue coreografie étoiles internazionali come: Carla Fracci, Lindsay Kemp, Luciana Savignano, Alessandro Molin, Giuseppe Picone, Xiomara Reyes, Vladimir Vassiliev, Letizia Giuliani, Laura Comi, Gaia Straccamore, Mario Marozzi, Enada Hoxa e Gerd Vaso e molti dei primi ballerini dell’opera di Sofia.

  • Le produzioni del Balletto del Sud
  • Eventi del Balletto del Sud

“Fredy Franzutti crea spettacoli nel suo tipico linguaggio fondato sul classico eppure tutto proteso verso le più nuove esperienze di teatrodanza e di balletto moderno, atletico ed estremo.”

Vittoria Ottolenghi – L’ESPRESSO

Su invito di Vittoria Ottolenghi, che più volte lo segnala come talento della coreografia italiana, partecipa a diverse edizioni delle Maratone internazionali di danza.
Tra i numerosi musicisti con cui ha collaborato ricordiamo Lorin Maazel, Richard Bonynge, Franco Battiato e Francesco Libetta.
Affianca all’attività di coreografo quella di autore e regista e crea spettacoli con voce e danza coinvolgendo attori e conduttori come Ugo Pagliai, Paola Pitagora, Giorgio Albertazzi, Arnoldo Foà, Franco Nero, Michele Mirabella etc.
Dirige il film-corto “Se questo è un uomo” interpretato da Michele Placido, Emilio Solfrizzi, Cosimo Cinieri; dirige l’opera “La Sonnambula” per il Teatro d’Opera de La Coruña.
Nel 2009 scrive e cura regia e coreografie dell’opera popolare “800”, dedicata all’assedio di Otranto, con la supervisione di Franco Battiato.
Cura regia, scene e costumi per l’opera di Puccini “La Fanciulla del West”, al Teatro Politeama Greco di Lecce e per la commedia musicale “Mille Lire al Mese” di Gaudio/ Costanzo per il Teatro Parioli di Roma. Continua in questi anni la sua attività di direttore del Balletto del Sud e di coreografo ospite.

Identità artistica di Fredy Franzutti

Coreografo italiano di agile eclettismo, fra i più conosciuti e apprezzati in Italia e all’estero, ospite anche di diverse realtà di prestigio internazionale fonda nel 1995 la sua compagnia il “Balletto del Sud”.

La necessità di risolvere le problematiche di linguaggio legate alle differenti attività per un pubblico eterogeneo – da quello dei teatri di tradizione al pubblico dei contenitori culturali di ricerca – lo ha portato ad elaborare una particolare estetica dove al sarcasmo del naif e al linguaggio accademico si sovrappone, ed integra, una ricerca verso le avanguardie eclettiche del ‘900, secolo che rielabora e racconta a suo modo, e le spinte esistenzialiste del nuovo millennio che affronta come sintesi metabolica (dal greco “metabolé”, cambiamento) dei percorsi già affrontati.

  • Il coreografo Fredy Franzutti

Fredy Franzutti, ha accumulato un’importante esperienza, in diversi teatri d’Europa, nella rielaborazione dei classici, nella ricostruzione di “balletti perduti” e nella realizzazione di danze e ballabili per opere liriche dirette da registi di fama mondiale.

Inoltre il suo codice duttile e aperto al “melting”, che travasa le esperienze senza perdere l’identità artistica, gli permette di affrontare anche argomenti estranei allo spettacolo di danza inteso in senso tradizionale, utilizzando la parola e operando per il musical, il video, e la diffusione televisiva.

La volontà di controllare, fin nei dettagli, la coerente realizzazione dell’idea unitaria, lo ha portato ad interessarsi in prima persona a diverse arti sceniche affiancando all’attività di coreografo quella di autore, regista, scenografo e costumista.

Lavori per il Balletto del Sud

  • “La luna dei Borboni” (2021)
  • “Le lettere ritrovate” (2020)
  • “Il carnevale degli animali” (2019)
  • “Le Maschere” (2019)
  • “Serata Romantica” (2018)
  • “Le ultime parole di Cristo” (2018)
  • “L’après-midi d’un faune” (2018)
  • “Antonio Galateo medico e umanista” (2017)
  • “Che ieri m’illuse…” (2015)
  • “Dall’Italia con amore” (2014)
  • “La Sagra della primavera” (2013)
  • “Le Quattro Stagioni” (2012)
  • “Fedra” (2012)
  • “La Giara” (2009)
  • “Eleonora Duse” (2008)
  • “Carmen” (2008)
  • L’Uccello di Fuoco” (2007)
  • “Chopiniana” (2007)
  • “La Traviata” (2007)
  • “Carmina Burana” (2006)
  • “Capriccio Italiano” (2006)
  • “Rhapsody in Blu” (2005)
  • “Mozart, prodigio d’Europa” (2003)
  • “Sheherazade” (2003)
  • “EdipoRe” (2003)
  • “Strass und Strauss” (2002)
  • “Francesca da Rimini” (2002)
  • “Le Navigazioni di Verdi” (2001)
  • “Mediterraneo” (2000)
  • “La Bella Addormentata” (2000)
  • “Miti in scena”(1999)
  • “Progetto Leonardo” (1999)
  • “Il Lago dei Cigni” (1999)
  • “Omaggio a Cajkovskij” (1999)
  • “Tango: Ansiose attese” (1998)
  • “Romeo e Giulietta” (1998)
  • “Chansons Satie” (1997)
  • “Tra Fregi di Frutta” (1997)
  • “Lo Schiaccianoci” (1997)
  • “Delirica: Follie dal melodramma” (1995)
  • “All’Ombra degli Ulivi” (1994)
  • Svizzera agosto 2000 Bellinzona Fortezza “Carmen – danze dell’opera”
  • Portogallo ottobre 2000 Lisbona Pavillon Atlantico “Carmen -danze dell’opera”
  • Germania dicembre 2000 Monaco Olimpia Hall “Carmen -danze dell’opera”
  • Spagna 2004 Bilbao Teatro dell’Opera “I Pescatori di Perle – danze dell’opera”
  • Vietnam giugno 2006 Hanoi Teatro dell’Opera “Carosello Italiano”
  • Vietnam giugno 2006 Ho-Chi-Min City Opera House “Carosello Italiano”
  • Albania aprile 2010 Tirana Teatro dell’Opera “Carmen”
  • Algeria maggio 2011 Algeri Auditorium Sala Ibn Zeydoune “Sheherazade”
  • Spagna agosto 2014 Burgos Teatro Antico “Dall’Italia con Amore”
  • Croazia settembre 2014 Pula Teatro Antico “Dall’Italia con Amore”
  • Albania giugno 2015 Tirana Teatro dell’Opera “Fedra”
  • Tunisia dicembre 2017 Tunisi Teatro Municipale “Sheherazade”
  • Egitto febbraio 2018 Cairo Teatro dell’Opera “La Bella Addormentata”
  • Perù novembre 2018 Truillo Teatro Victor Raul Lozano Ibanez “Galà
  • Spagna febbraio 2019 Barcellona Centro Cultural Terrassa “2° Galà Balarins Catalans al Mon”
  • Spagna ottobre 2020 Barcellona Centro Cultural Terrassa “3° Galà Balarins Catalans al Mon”
  • “I Pescatori di Perle” regia di Pier Francesco Maestrini, Teatro dell’Opera (ABAO) di Bilbao (Spagna)
  • “Andrea Chenier” regia di Beppe De Tomasi, Teatro Politeama Greco di Lecce – stagione 2004
  • “IL Flauto Magico” regia di Vincenzo Grisostomi Travaglini, Teatro Politeama Greco di Lecce
  • “Il Turco in Italia” regia di Pier Luigi Pizzi, Teatro Politeama Greco di Lecce
  • “Viva la mamma” regia di Beppe De Tomasi, Teatro dell’Opera, Montecarlo (Monaco)
  • “Aida” regia di Massimo Gasparon, Teatro Politeama Greco di Lecce – stagione 2004
  • “I Pescatori di Perle” regia di Pier Francesco Maestrini, Ater, Reggio Emilia, Piacenza e Ferrara
  • “Il Viaggio a Reims” regia di Beppe de Tomasi, Teatro Politeama Greco di Lecce
  • “Il Trovatore” regia di Pier Francesco Maestrini, Teatro Politeama Greco di Lecce
  • “Adriana Lecouvreur” regia di Flavio Trevisan, Teatro Massimo “V.Bellini” di Catania
  • “Le convenienze e inconvenienze teatrali” regia di Mauro Avogadro, Teatro Politeama Greco di Lecce
  • “Attila” regia di Pierfrancesco Maestrini, Teatro Politeama Greco di Lecce
  • “Euryanthe” regia di Pier Luigi Pizzi, Teatro Lirico di Cagliari
  • “La forza del destino” regia di Pierfrancesco Maestrini, Teatro Bolscjoi di Mosca (Russia)
  • “Le nozze di Teti e di Peleo” regia di Pier Luigi Pizzi, Rossini Opera Festival, di Pesaro
  • “Rigoletto” regia di Pierfrancesco Maestrini, Teatro Politeama Greco di Lecce
  • “Carmen” regia di Flavio Trevisan, Festival d’opera di Bellinzona (Svizzera)
  • “Carmen” regia di Frank Wan Lacke, Pavillao Atlantico di Lisbona (Portogallo), Olimpia Hall di Monaco di Baviera (Germania)
  • “L’Elisir d’Amore” regia di Flavio Trevisan, Teatro Politeama Greco di Lecce
  • “I Due Foscari” regia di Luca Fusco, Teatro Politeama Greco di Lecce
  • “La Traviata” regia di Flavio Trevisan, Teatro Politeama Greco di Lecce
  • “Adriana Lecouvreur” regia di Flavio Trevisan, Teatro Politeama Greco di Lecce
  • “L’Aida” regia di Joseph Franconi Lee – Teatro Petruzzelli di Bari