IL CIGNO

in occasione degli 80 anni dalla morte di Michel Fokine
coreografie di Fredy Franzutti da Michel Fokine

musiche di
Fryderyk Chopin, Robert Schumann, Aleksandr Nikolaevič Čerepnin,
Igor Stravinskij, Carl Maria von Weber, Nicolaj Rimskij-Korsakov, Camille Saint-Saëns

testi di Walter Prete
nuova creazione
produzione n°45 FF 2022
durata: 1h,15 minuti

IL CIGNO

negli 80anni dalla morte del coreografo Michel Fokine
(San Pietroburgo, 26 aprile 1880 – New York, 22 agosto 1942)

Il Balletto del Sud presenta uno spettacolo di ricostruzione e ricerca dedicato al coreografo russo Michel Fokine negli 80 anni dalla morte, avvenuta a New York nel 1942.

La figura di Fokine è essenziale e principale non solo nella storia della danza, ma con la sua presenza nei balletti Russi di Diaghilev – la nota e rivoluzionaria compagnia di Parigi – partecipa a quel fermento culturale ed evolutivo che coinvolge attraverso la danza le arti visive e la più intellettuale scrittura letteraria. 

Fokine, erede della grande tradizione ballettistica classica russa, apporta significativi cambiamenti alle regole della coreografia tanto da essere considerato il primo coreografo al principio della modernità che si svilupperà dagli anni 30 del’900.

Lo spettacolo “Il Cigno”, evocazione nel titolo del più celebre assolo “La morte del Cigno” – che Fokine creò nel 1901 per Anna Pavlova, la grande diva- presenta i più significativi brani del suo repertorio: Les Sylphides, Carnaval, Petruska, Lo spettro della Rosa, L’uccello di Fuoco alcuni ricostruiti da Fredy Franzutti ed altri creati dal coreografo in omaggio creativo a Fokine.

Sarà lo stesso Fokine ad evocare il racconto, con degli interventi teatrali ideati dall’autore Walter Prete ed interpretati dall’attore della compagnia Andrea Sirianni.

La produzione è ricca di costumi celebrativi dell’epoca ed alterna scene di gruppo ad assoli interpretati dai primi ballerini e solisti della compagnia, oggi considerata la migliore compagnia privata italiana -costituita da elementi provenienti da tutto il mondo – di un genere classico accademico, con i primi ballerini Nuria Salado Fustè e Matias Iaconianni.

Fredy Franzutti, coreografo e direttore della compagnia, nella sua trentennale carriera ha accumulato un’importante esperienza nella ricostruzione di diversi “balletti perduti”; nella lunga collaborazione con la compagnia di balletto del Teatro dell’Opera di Roma, diretta da Carla Fracci e con il Teatro dell’Opera di Sofia.

“Il Cigno” rientra nei progetti di ricostruzione e rievocazione del repertorio che il Balletto del Sud produce con in mente l’attenzione per le ricostruzioni filologiche e si avvale del patrocinio del Museo Sigismondo Castromediano di Lecce che, grazie a un protocollo d’intesa sottoscritto nel settembre 2020, si è impegnato a sostenere le operazioni di recupero e diffusione della cultura ballettistica intraprese dal Balletto del Sud.

IL CIGNO – Spot

spettacolo in un atto
produzione n°45 FF 2022
durata: 1,20 minuti

Il Cigno – Lecce

18 Febbraio 2023 @ 21:00 - 22:45

Il Cigno – Lecce

19 Febbraio 2023 @ 18:00 - 19:45

ALL NEXT SHOW

Il coreografo Fredy Franzutti

COREOGRAFO

Coreografo italiano di agile eclettismo, fra i più conosciuti e apprezzati in Italia e all’estero, ospite anche di diverse realtà di prestigio internazionale fonda nel 1995 la sua compagnia il “Balletto del Sud”.

COMPAGNIA

Il “Balletto del Sud” nasce nel 1995 fondato e diretto da Fredy Franzutti.

Riconosciuta dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali dal 1999 è oggi una delle più rilevanti compagnie di danza in Italia, con un vasto e vario repertorio che replica nelle numerose tournée nazionali e internazionali.

La Compagnia del Balletto del Sud

ORGANICO

Una compagnia composta da 20 elementi di diverse nazionalità, con solisti di elevato livello tecnico in grado di alternarsi nei ruoli principali.